Inghilterra-Italia, 4 novità nella formazione azzurra

Conor O’Shea, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la formazione che affronterà domenica 26 febbraio a Twickenham l’Inghilterra nella terza giornata dell’RBS 6 Nazioni 2017.

Quattro i cambi apportati dal CT rispetto alla formazione sconfitta in casa a Roma dall’Irlanda l’11 febbraio scorso per il test contro il XV della Rosa, campione in carica del 6 Nazioni ed alla ricerca del secondo Grand Slam consecutivo.

Questa la formazione dell’Italia:

15 Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby, 8 caps)
14 Giulio BISEGNI (Zebre Rugby, 6 caps)
13 Michele CAMPAGNARO (Exeter Chiefs, 27 caps)
12 Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 86 caps)
11 Giovanbattista VENDITTI (Zebre Rugby, 40 caps)
10 Tommaso ALLAN (Benetton Treviso, 29 caps)
9 Edoardo GORI (Benetton Treviso, 58 caps)
8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 123 caps) – capitano
7 Simone FAVARO (Glasgow Warriors, 34 caps)
6 Abraham STEYN (Benetton Treviso, 8 caps)
5 Andries VAN SCHALKWYK (Zebre Rugby, 9 caps)
4 Marco FUSER (Benetton Treviso, 18 caps)
3 Lorenzo CITTADINI (Aviron Bayonnais, 55 caps)
2 Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousain, 84 caps)
1 Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby, 11 caps)

a disposizione
16 Ornel GEGA (Benetton Treviso, 10 caps)
17 Michele RIZZO (Leicester Tigers, 22 caps)
18 Pietro CECCARELLI (Zebre Rugby, 6 caps)
19 George BIAGI (Zebre Rugby, 16 caps)
20 Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby, 5 caps)
21 Giorgio BRONZINI (Benetton Treviso, 5 caps)
22 Carlo CANNA (Zebre Rugby, 17 caps)
23 Tommaso BENVENUTI (Benetton Treviso, 39 caps)

o’shea

Twickenham e’ una grande sfida per tutti. Abbiamo molto potenziale in questa squadra, ma sicuramente ci sono anche molti aspetti da migliorare nel nostro sistema. Non penso che i risultati precedenti contro Galles ed Irlanda riflettano il reale valore del campo, ed entrambi sono difficili da accettare. Dobbiamo concentrarci sul nostro rugby, su quello che possiamo controllare, e cambiare la nostra mentalità, smettere di autocompatirci e concentrarci sulla nostra performance“.

 

 

Che poi aggiunge:

Non prepariamo le partite per perderle, ma se l’Inghilterra gioca al meglio e noi facciamo altrettanti, l’Inghilterra vince. Il nostro obiettivo è esprimere la miglior performance possibile, penso che abbiamo un buon piano di gioco per questo week end“, prosegue O’Shea, che poi aggiunge: “La sconfitta contro l’Irlanda ha fatto male, non potrebbe essere diversamente”

 

Commenti

commenti