Mondiali di scherma cadetti e giovani

Mondiali di scherma cadetti e giovani: si parte

Iniziato ufficialmente il percorso di avvicinamento ai Mondiali di Scherma Cadetti e Giovani Verona2018. La città ha accolto infatti la bandiera della Federazione Internazionale, che simboleggia l’organizzazione dell’evento iridato giovanile che dal 1 al 9 aprile 2018 vedrà giungere in Italia atleti under17 ed under20 di circa 120 Paesi.

Ad accogliere la bandiera della FIE, giunta dalle mani del Segretario generale dell’organismo internazionale Emmanuel Katsiadakis, è stato il Sindaco di Verona, Federico Sboarina, il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso ed il Presidente del Comitato organizzatore Verona2018, Luca Campedelli.

A partecipare alla conferenza stampa sono stati anche l’assessore con delega allo Sport della Regione Veneto, Cristiano Corazzari, l’assessore allo Sport del comune di Verona, Filippo Rando ed i due testimonial dell’evento iridato: l’argento olimpico di Rio2016, Rossella Fiamingo ed il campione olimpico di fioretto a squadre a Londra2012, Valerio Aspromonte.

Parole d’elogio e di soddisfazione sono state espresse dal Segretario generale della FIE, Emmanuel Katsiadakis, che assieme a Nathalie Rodriguez, Chief Executive Officer della FIE, Evgeny Tsoukhlo, direttore dell’area tecnica Sport della FIE, Elena Grishina, direttore dell’area Comunicazione FIE ed Elena Murdaca, direttore dell’area Amministrativa, hanno effettuato un sopralluogo nell’ampio spazio del Cattolica Center, che ospiterà i Mondiali Cadetti e Giovani del prossimo mese di aprile.

“Ci sono tutte le premesse per vivere un’edizione eccellente dei Campionati del Mondo Cadetti e Giovani – ha detto il Segretario generale della Federazione internazionale -. Gli spazi sono ampi ed adeguati, la città ci è parsa accogliente e soprattutto il Comitato organizzatore non sembra lasciare nulla al caso. Siamo convinti che la scelta di affidare all’Italia ed a Verona la kermesse, si rivelerà fortunata e giusta”.

“Si tratta dell’appuntamento numericamente più importante dell’intera stagione agonistica mondiale e l’Italia è pronta ad organizzarlo ed ospitarlo – ha sottolineato il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso -. Da Trapani2003 ad Acireale2008, da Torino2008 a Catania2011, l’esperienza italiana in termini di organizzazione dei Mondiali è cresciuta e si è sviluppata. Verona2018 rappresenterà un’edizione unica e sarà contraddistinta dalla grande passione che è evidenziata da tutti i componenti del Comitato organizzatore. Gli spazi del Cattolica Center saranno ampi ed ospitali, ma complessivamente il Veneto accoglierà nel migliore dei modi le delegazioni di circa 120 Paesi. Mancano ancora diversi mesi ma la scherma azzurra è già pronta!”.

Ad intervenire anche Rossella Fiamingo e Valerio Aspromonte, i quali hanno ricordato le loro esperienze ai Mondiali under17 ed under20 ed entrambi hanno sottolineato l’importanza di quelle emozioni per il percorso di crescita e maturazione di un atleta. A fargli eco anche l’olimpionico di spada, Alfredo Rota oramai “di casa” a Verona essendo a capo dello staff tecnico di scherma del Centro Sportivo Bottagisio,

“Stiamo lavorando per fare bene – ha concluso il Presidente del Comitato Organizzatore, Luca Campedelli -. C’è tanto da fare ma anche tanta passione. Grazie a tutti coloro i quali ci sono vicino e ci staranno accanto in questo percorso”.

Commenti

commenti