Qualificazioni Mondiali 2019

Qualificazioni Mondiali 2019: Sorteggiato il girone azzurro

Croazia, Romania e una squadra proveniente dalle pre-qualificazioni saranno le avversarie degli Azzurri nella corsa alla qualificazione per la FIBA World Cup 2019, il Mondiale che si disputerà in Cina dal 31 agosto al 15 settembre 2019. Lo ha stabilito il sorteggio svoltosi oggi in Cina a Guangzhou, una delle sedi della rassegna iridata.

Gli Azzurri ritrovano la Croazia dopo lo sfortunato epilogo del pre olimpico di Torino. Ultimo precedente contro la Romania, in amichevole nel 1981.
Per conoscere l’ultima squadra che comporrà il Girone D, gli Azzurri dovranno attendere le gare di pre-qualificazione che si svolgeranno dal 2 al 19 agosto 2017. Nel girone dell’Italia finirà una delle quattro formazioni che vinceranno i raggruppamenti.

Alla seconda fase l’Italia, in caso di qualificazione (passano al turno successivo le prime tre), incrocerà il gruppo C, quello composto da Polonia, Lituania, Ungheria e una squadra dalle pre-qualificazioni. Si formerà dunque un gruppo da sei formazioni. Tutte le squadre porteranno con sé i punti fatti nella prima fase con le formazioni qualificate. Non potranno incontrarsi di nuovo le squadre che si sono già affrontate nella prima fase. Le prime tre del girone saranno qualificate al Mondiale.

Il calendario della prima fase

23 novembre 2017
Italia-Romania
X1*-Croazia

26 novembre 2017
Croazia-Italia
Romania-X1

23 febbraio 2018
Croazia-Romania
Italia-X1

26 febbraio 2018
Romania-Italia
Croazia-X1

28 giugno 2018
Italia-Croazia
X1-Romania

1 luglio 2018
Romania-Croazia
X1-Italia

*squadra proveniente dalle pre-quali (agosto 2017)

La formula delle qualificazioni

Al sorteggio di Guangzhou sono stati composti otto gruppi da quattro squadre con la formula del girone all’italiana. Le migliori tre squadre di ogni gruppo si qualificheranno alla seconda fase, dove verranno composti quattro gironi da sei squadre. Le prime tre qualificate di ogni gruppo staccheranno il pass per il Mondiale 2019. Nella seconda fase non potranno affrontarsi nuovamente le squadre che nella prima fase facevano parte dello stesso girone.

Commenti

commenti