Tag: italia

europei femminili

Europei femminili, le azzurre si arrendono al Belgio. Sabato si giocano un posto per il Mondiale

Si interrompe nei quarti di finale degli Europei femminili il sogno della Nazionale di tornare tra le prime quattro d’Europa a 22 anni di distanza da Brno. Le Azzurre sono state sconfitte alla O2 Arena di Praga dal Belgio (79-66) ma il loro Europeo è tutt’altro che finito: sabato si torna in campo per affrontare la perdente di Lettonia-Spagna, in palio c’è un posto per il Mondiale 2018. Ovvero l’obiettivo dichiarato dalla squadra di Andrea Capobianco alla vigilia della manifestazione.

La miglior marcatrice delle Azzurre è stata Cecilia Zandalasini (23 punti), che si è confermata come una delle giocatrici più interessanti dell’EuroBasket Women. In doppia cifra anche Giorgia Sottana con 17 punti, tutti realizzati nel secondo tempo.

“Abbiamo commesso qualche errore difensivo in avvio e il Belgio ci ha punito – ha commentato Andrea Capobianco – poi le ragazze sono state brave a rimontare punto su punto fino al -2. Sapevamo di affrontare una squadra che ha tante giocatrici di alto livello, nel finale il loro talento ci ha condannato. Cosa dirò alle ragazze per ricaricarle? Questo gruppo non ha bisogno delle mie parole per ritrovare le energie, in ogni caso dal primo giorno dico loro che abbiamo un sogno e che loro devono rispettarlo fino all’ultimo giorno di questo Europeo”

Il Belgio ha fatto la differenza nel primo tempo, segnando 46 punti in 20 minuti (54% da due, 62% da tre). L’avvio è stato tutto di Meesseman, 10 punti e 5/6 al tiro nel primo quarto. L’Italia ha tenuto fino al 7-6 realizzato da Zandalasini, poi Kim Mestdagh ha avviato il 20-5 che ci ha fatto scivolare sull’11-27. La tripla di Ress (millesimo punto per Kathrin in Maglia Azzurra) ci ha ridato speranze e con la fiammata di Zandalasini l’Italia è tornata anche a -4 (27-23). Vanloo ha messo la tripla del nuovo +7, nel finale del secondo tempo è stata ancora Kim Mestdagh (16 solo nel primo tempo) a consentire al Belgio di allungare fino al 46-33 dell’intervallo lungo.

Nel terzo periodo i 5 punti consecutivi di Sottana, a secco nel primo tempo, ci hanno riportato a contatto (49-42), con la difesa Azzurra capace di tenere il Belgio a 3 punti in cinque minuti dopo i 46 subiti nel primo tempo. Il gioco da tre punti di Zandalasini e poi la sospensione di Sottana per il 51-53, così l’Italia ha chiuso il terzo periodo sul -2 ma poi ha subìto l’8-0 in apertura di quarto periodo che ci ha condannato alla sconfitta, con Meesseman ancora grande protagonista (28 punti e 11 rimbalzi alla fine). Il Belgio ha mantenuto un vantaggio in doppia cifra fino all’ultima sirena, è stata la tripla di Kim Mestdagh a chiudere il conto (70-60) a 3 minuti dalla fine.

Ma la partita più importante arriva sabato, con i 40 minuti che possono riportarci in un Mondiale a 23 anni dall’ultima volta.

il tabellino

BELGIO-ITALIA 79-66 (27-13; 46-33; 57-55)
Belgio: Linskens 2 (1/2), K. Mestdagh 19 (3/5, 4/8), Delaere 2 (1/1, 0/2), Hendrickx, Carpreaux 2 (1/4), Meesseman 28 (11/18), Wauters 17 (5/10), H. Mestdagh , Geldof ne, Nauwelaers 3 (1/1 da 3), Vanloo 6 (0/1, 2/4), Raman (0/1). Coach: Philip Mestdagh
Italia: Italia: Penna 5 (1/4, 1/1), Gorini 4 (1/5), Sottana 17 (8/15, 0/3), Zandalasini 23 (8/15, 1/2), Dotto (0/2), Masciadri (0/1 da 3), Formica 2 (1/3), De Pretto, Crippa 6 (2/3, 0/1), Ress 9 (2/8, 1/3), Cinili (0/2). Coach: Andrea Capobianco.
Arbitri: Martinescu-Badalan (Romania), Rutesic (Montenegro), Suslov (Estonia).

europei

Europei: le azzurre attese al quarto contro il Belgio

Domani alle 12.30 la O2 Arena di Praga ospita i quarti di finale degli Europei 2017. Le prime due squadre a scendere in campo saranno il Belgio e l’Italia di Andrea Capobianco. Dopo aver chiuso il girone B al secondo posto (successi con Slovacchia e Bielorussia, ko con la Turchia), le Azzurre hanno superato l’Ungheria nello spareggio e domani proveranno ad accedere alla semifinale, traguardo che a una nostra Nazionale Femminile manca dal 1995, quando a Brno vincemmo la medaglia d’Argento.

L’Italia insegue anche la qualificazione al Mondiale 2018, per giocarlo occorre arrivare tra le prime cinque all’Europeo (nelle prime sei se la Spagna Paese ospitante chiude nelle prime cinque).

La squadra ha lasciato stamattina Hradec Kralove per raggiungere Praga, nel pomeriggio l’allenamento di rifinitura alla O2 Arena. Anche domani, e purtroppo sarà così fino al termine della competizione, l’Italia scenderà in campo senza Chicca Macchi, fuori per la frattura alla mandibola riportata contro la Turchia. Il morale è alto, dopo il successo con l’Ungheria arrivato al fotofinish, e c’è la giusta tensione in vista di un impegno durissimo come quello contro il Belgio, formazione ancora imbattuta:

 

“Con l’Ungheria abbiamo speso tanto e il tempo per recuperare è relativo – ha spiegato Andrea Capobianco – Il Belgio è una squadra eccellente, non ha mai perso e punta a una medaglia. In attacco sanno monetizzare spaziature eccellenti, mantenere il vantaggio e trovare giocatrici libere sui recuperi difensivi. Interpretano una pallacanestro ad altissimo ritmo, le giocatrici di riferimento sono tante ma su tutte spicca Meesseman, una delle stelle di questo Europeo. Noi proveremo a riproporre la nostra intensità, dobbiamo migliorare la nostra capacità di segnare tiri aperti: se siamo primi nella percentuale dall’arco un motivo c’è ma in alcuni momenti delle partite abbiamo perso lucidità. C’è tanto cuore nelle nostre vittorie ma soprattutto c’è il lavoro di tutti questi mesi e l’applicazione di un gruppo straordinario che non si arrende mai. Infine il pensiero corre a Mario De Sisti e Rodolfo Perini, due persone e due allenatori fondamentali per la mia crescita umana a tecnica. Li ricorderò per sempre e ieri sera dopo il suono della sirena e la nostra qualificazione nelle prime otto il mio pensiero è corso a loro”.

Italia e Belgio si sono affrontate lo scorso 27 maggio a Latina, in quell’occasione furono le Azzurre a imporsi 68-62 con 23 punti di Giorgia Sottana. Ovviamente domani ci attende tutta un’altra partita: nelle prime tre partite il Belgio ha sconfitto Russia, Lettonia e Montenegro, la miglior marcatrice è stata Meesseman con 19.0 punti di media. In doppia cifra anche Wauters (15.0) e Kim Mestdagh (13.7 e il 36% dall’arco).

europei femminili

Europei femminili: Italia al secondo successo

Secondo successo per la Nazionale Femminile agli Europei Femminili 2017 che si sta giocando in questi giorni in Repubblica Ceca. A Hradec Kralove le Azzurre hanno battuto la Slovacchia 68-61 e stasera alle ore 20.30 giocheranno contro l’Ungheria (diretta SkySport2HD) nello spareggio che vale un posto tra le prime otto.

In caso di passaggio ai quarti di finale l’Italia affronterebbe il Belgio. Le migliori marcatrici Azzurre sono state Cecilia Zandalasini e Giorgia Sottana con 15 punti, in doppia cifra anche Francesca Dotto (11).

Il ct  Andrea Capobianco

“Faceva molto caldo stasera ma le ragazze hanno giocato con la giusta aggressività, tenendo il campo per 40 minuti con personalità. Abbiamo commesso qualche errore di troppo ma l’importante era vincere e metterci alle spalle quanto accaduto qualche giorno fa, con l’infortunio di Macchi e la sua partenza per l’Italia. Domani ci attende una partita dura ma siamo nelle prime 12 dell’Europeo, impossibile sperare di trovare un avversario morbido”.

Il tabellino

Italia-Slovacchia 68-61 (16-12; 17-18; 22-13; 13-18)
Italia: Penna 4 (2/5, 0/2), Gorini 2 (1/3), Sottana 15 (2/7, 3/5), Zandalasini 15 (5/9, 0/2), Dotto 11 (1/6, 2/3), Masciadri 3 (0/2, 1/4), Formica 6 (3/4), De Pretto 4 (2/3), Crippa 2 (1/4), Ress 6 (3/3, 0/1), Cinili (0/2). Coach: Capobianco.
Slovacchia: Mikulasikova 2 (1/1), Remenarova 5 (2/3), Zirkova (0/2), Dudasova 4 (2/4), Oroszova 6 (1/4, 1/2), Balintova 13 (4/7, 0/3), Jurcenkova 2 (1/5), Ruzickova 9 (4/15), Vynuchalova 11 (3/6), Kovacikova, Slamova 9 (173, 2/4). Coach: Svoboda

europei femminili

Europei femminili: Italia battuta dalla Turchia

Prima sconfitta per la Nazionale agli europei femminili che si stanno giocando  in Repubblica Ceca. A Hradec Kralove le Azzurre sono state battute dalla Turchia (53-54) e dopo la giornata di riposo contenderanno il secondo posto del girone B alla Slovacchia (diretta SkySport2HD), che oggi ha superato la Bielorussia (68-59). Primo posto blindato dalla Turchia. Probabile quindi l’incrocio agli ottavi di finale con una tra Ucraina e Ungheria.

La miglior marcatrice Azzurra è stata Cecilia Zandalasini con 23 punti.

coach Capobianco

“Peccato per qualche errore di troppo commesso nel finale ma credo che queste ragazze meritino tanta attenzione, per come hanno giocato anche stasera e per il tanto cuore messo in campo. La Turchia ha giocatrici molto esperte, brave a subire fallo. Mi dispiace molto per Chicca Macchi, che ci stava dando tanto in campo e fuori, ma d’altra parte si giocava dall’inizio con i gomiti alti. Abbiamo sofferto troppo a rimbalzo, soprattutto Hollingsworth e voglio rivedere la partita per capire dove abbiamo sbagliato. Ora ci dobbiamo riposare e pensare alla prossima con la Slovacchia.”

Il tabellino

Italia-Turchia 53-54 (17-12; 13-18; 12-15; 11-9)
Italia: Penna (0/2, 0/1), Gorini (0/1), Sottana 5 (2/9, 0/3), Zandalasini 23 (8/13, 2/2), Dotto 4 (2/10, 0/1), Masciadri 1 (0/2, 0/3), Formica 2 (1/4), De Pretto 2 (1/2, 0/1), Crippa 1 (0/1, 0/1), Ress 5 (1/2, 1/1), Cinili 5 (1/2, 1/1), Macchi 5 (1/3, 1/3). Coach: Capobianco.
Turchia: Bilgic ne, Cora, Turgut 3 (0/3, 0/1), Vardarli Demirmen 3 (0/5, 1/5), Caglar 4 (2/9), Alben 8 (1/10, 1/4), Canitez 6 (2/5, 0/1), Hollingsworth 29 (10/20), Uner (0/2 da tre), Senyurek 1, Koksal, Ural. Coach: Memnun.

Arbitri: Rosso (Francia), Kozlovskis (Lettonia), Suslov (Estonia).
T2P: Italia 17/51; Turchia 15/52
T3P: Italia 5/17; Turchia 2/13
TL: Italia 4/7; Turchia 18/30
Rimbalzi: Italia 45; Turchia 54
Palle perse: Italia 11; Turchia 9
Palle recuperate: Italia 1; Turchia 5
Assist: Italia 12; Turchia 11

europei femminili

Europei femminili: l’Italia parte con il piede giusto

Esordio vittorioso per l’Italia di basket agli Europei femminili in corso in Repubblica Ceca. Nella prima gara del Gruppo B, le azzurre hanno superato la Bielorussia 80-60 (18-16, 20-12, 26-12, 16-20).

La miglior marcatrice azzurra è stata Giorgia Sottana con 20 punti, in doppia cifra anche Cecilia Zandalasini (18) e Macchi (11). Domani l’Italia torna in campo per affrontare la Turchia, alle ore 20:30.

Nel gruppo delle azzurre figurano anche Slovacchia e Turchia, quest’ultima prossima avversaria dell’Italia domani sera (20.30), mentre il match contro le slovacche è in programma lunedì.

il CT andrea capobianco

“C’era un po’ di tensione in avvio – ha commentato Andrea Capobianco – ma poi abbiamo iniziato a fare le cose che avevamo preparato e la partita si è messa in discesa. Hanno pagato le nostre strategie, senza dubbio, ma nei momenti di difficoltà è venuto fuori il grande cuore delle ragazze. Il talento in questa squadra è distribuito tra giovani e più esperte e quando parlo di talento non mi riferisco ai punti segnati. Tutte sanno mettersi a disposizione del gruppo, con un rimbalzo, un blocco, un recupero. Oggi si è visto. L’Europeo è appena iniziato, pensiamo già alla Turchia. Ma siamo partiti col piede giusto”.

europei femminili

Europei femminili: domani l’esordio delle azzurre

Come due anni fa, l’EuroBasket Women della Nazionale Femminile parte dalla sfida con la Bielorussia. Nel 2015, in Romania, le Azzurre vennero sconfitte 76-85 dopo un overtime, beffate a fil di sirena dei tempi regolamentari dal canestro rocambolesco di Likhtarovich.

Tante cose sono cambiate da quel giorno. La squadra Azzurra è ora allenata da Andrea Capobianco e ha dominato il girone di qualificazione all’Europeo 2017 chiudendo prima con un turno di anticipo davanti a Montenegro e Gran Bretagna. L’Italia si presenta alla rassegna continentale con rinnovate ambizioni e dopo aver ritrovato giocatrici importanti, con un organico rinnovato per cinque dodicesimi rispetto al 2015 (Cinili, De Pretto, Penna, Macchi, Zandalasini).

Le Azzurre sono state inserite nel girone B, che si gioca a Hradec Kralove, città di 100.000 abitanti che dista 94 chilometri da Praga.

Domani alle 12.30 (diretta su SkySport2) alla “Hradec Kralove Arena” (impianto che può ospitare 6.200 spettatori), la squadra di Capobianco esordisce contro la Bielorussia: sabato si torna in campo alle 20.30 per affrontare la Turchia e lunedì per sfidare la Slovacchia (ore 20.30). La prima classificata del girone B passa direttamente ai quarti (la fase finale si gioca tutta a Praga), la quarta è eliminata, la seconda e la terza incrociano negli ottavi di finale terza e seconda del girone A (Spagna, Ungheria, Ucraina, Repubblica Ceca).

“Siamo arrivati al termine di un lungo percorso – ha detto Andrea Capobianco – e ora siamo pronti. Le ragazze hanno interpretato al meglio questo raduno e ora possiamo affrontare l’EuroBasket Women con la serenità di chi sa di aver lavorato tanto e bene. La Bielorussia è una squadra pericolosa, lo sappiamo, ed è da tanti anni ai vertici del basket mondiale. In attacco cercano sempre l’area per liberare spazio per le tiratrici, in difesa dobbiamo riuscire a muovere la palla con continuità perché sappiamo che la Bielorussia può andare in difficoltà contro squadre dinamiche e reattive”.

Oggi doppia seduta di allenamento per le Azzurre, le condizioni generali della squadra sono eccellenti. La Nazionale è stata raggiunta oggi a Hradec Kralove dal Presidente della FIP Giovanni Petrucci, accompagnato dal Segretario Generale Maurizio Bertea.

Hradec Kralove Arena, ore 12.30 (diretta SkySport2)
ITALIA-BIELORUSSIA

Italia
0 Elisa Penna (1.88, 21, ala)
5 Maddalena Gaia Gorini (1.82, 25, playmaker)
7 Giorgia Sottana (1.75, 28, playmaker)
9 Cecilia Zandalasini (1.82, 21, ala)
10 Francesca Dotto (1.70, 24, playmaker)
11 Raffaella Masciadri (1.85, 36, Ala)
12 Alessandra Formica (1.89, 24, Ala)
13 Valeria De Pretto (1.85, 25, Ala)
14 Martina Crippa (1.78, 28, Guardia)
22 Kathrin Ress (1.94, 31, Centro)
23 Sabrina Cinili (1.91, 28, Ala)
29 Laura Macchi (1.87, 38, Ala)
Coach: Andrea Capobianco

Italbasket: presentata oggi la nuova maglia azzurra

La nuova Maglia delle Nazionali è stata presentata oggi a Milano nel corso dell’Italian Basketball Summit.
La nuova divisa, nata dalla fantasia dei grafici Spalding Italia, presenta due versioni: azzurro nazionale e bianco elegante. Il design unisce tradizione e modernità grazie ai suoi elementi distintivi: il nuovo logo Italia, la palla a spicchi tono su tono, le rifiniture a contrasto che la rendono particolarmente accattivante e lo scudetto tricolore.

La versione femminile si distingue per la vestibilità maggiormente aderente e presenta un colletto dalla forma particolare che rende la divisa unica nel suo genere. Il tessuto tecnico, studiato per supportare la performance agonistica di alto livello, grazie alla struttura in mesh conferisce agli atleti una particolare sensazione di leggerezza. I colori, merito della tecnica di stampa in sublimato, risultano brillanti e duraturi.

La prima Nazionale a indossare la nuova Maglia sarà la Femminile, che dal 16 al 25 giocherà il Campionato Europeo in Repubblica Ceca.

“Lavorare con queste ragazze è straordinario – ha spiegato coach Capobianco in partenza per l’esordio nel campionato Europeo – perché provano ogni giorno a superarsi. Mi piace allenarle perché hanno scelto di diventare più brave, perché hanno un’eccellente attitudine al lavoro. E’ una squadra eterogenea, ho chiesto alle più esperte di indirizzare le giovani e a queste ultimo tanto entusiasmo. Alla vigilia di un Europeo al quale arriviamo da prime classificate nel nostro girone non mi sento di promettere alcun risultato. Quello che posso garantire però è il lavoro e il sudore per onorare al meglio questa Maglia. Che per noi rimane la più bella del mondo”.

nazionale femminile

Nazionale femminile, le convocate per l’Europeo

Parte domenica da Roma il viaggio della Nazionale Femminile verso l’EuroBasket Women 2017 (Repubblica Ceca, 16-25 giugno). Lo staff tecnico Azzurro ha diramato la convocazione di 23 atlete che si raduneranno al Centro Sportivo dell’Acqua Acetosa dal 14 maggio: le giocatrici di Lucca e Schio che sono state impegnate nella finale scudetto si aggregheranno alla squadra nel corso della prossima settimana.

Andrea capobianco

“L’entusiasmo è fortissimo e palpabile – ha spiegato Andrea Capobianco – ed è lo stesso che nelle qualificazioni ci ha permesso di vincere il girone pur non essendo testa di serie e giocando un’ottima pallacanestro. Con Matteo Panichi e tutto lo staff abbiamo individualizzato al massimo la prima parte della preparazione, tenendo conto delle caratteristiche specifiche di ogni giocatrice e del fatto che per le Azzurre il campionato è finito in momenti diversi. Ci attende un Europeo duro, nel sorteggio siamo partiti dalla quarta fascia nonostante il primo posto nelle qualificazioni e ci è capitato un girone molto competitivo. Conosco però le qualità di questo gruppo e so quanto sarà piacevole ed entusiasmante lavorare con loro in questo raduno. Nella prima parte della preparazione ci sarebbe piaciuto convocare qualche altra giovane ma non abbiamo voluto sottrarre le ragazze agli impegni scolastici e alle Finali Nazionali in programma nelle prossime settimane. La collaborazione con i club per noi rimane fondamentale”.

La Nazionale si raduna dunque a Roma domenica 14 maggio e poi giocherà un torneo a Latina dal 26 al 28 maggio con Belgio, Ungheria e Russia.

Seguirà il 2 e il 3 giugno uno stage a Roma con la Grecia e poi il triangolare di Mulhouse con Francia e Spagna (9-10 giugno), prima della partenza per la Repubblica Ceca dove le Azzurre esordiranno il 16 giugno all’EuroBasket Women con la Bielorussia.

Il giorno dopo si torna in campo con la Turchia, il 19 ultimo impegno della prima fase con la Slovacchia. Ai quarti di finale passa solo la prima, seconde e terze si incrociano negli ottavi. La quarta è eliminata.

le convocate azzurre

Martina Bestagno (’90, 1.89, C, Famila Basket Schio)
Debora Carangelo (’92, 1.69, P. Umana Reyes Venezia Mestre)
Sabrina Cinili (’89, 1.91, A, Saces Mapei Napoli)
Chiara Consolini (’88, 1.85, G, Passalacqua Ragusa)
Martina Crippa* (’89, 1.78, G/A, Gesam Lucca)
Valeria De Pretto (’91, 1.85, A, Umana Reyer Venezia Mestre)
Francesca Dotto* (’93, 1.70, P, Gesam Lucca)
Marcella Filippi (’85, 1.80, A, San Martino Di Lupari)
Alessandra Formica (’93, 1.89, C, Passalacqua Ragusa)
Andre Olbis Futo (’98, 1.86, A, Treofan Battipaglia)
Giulia Gatti (’89, 1.68, P, Famila Basket Schio)
Gaia Gorini (’92, 1.81, P/G, Passalacqua Ragusa)
Martina Kacerik (’96, 1.81, G, Umana Reyer Venezia Mestre)
Laura Macchi (’79, 1.88, A, Famila Basket Schio)
Raffaella Masciadri* (’80, 1.85, G-A, Famila Basket Schio)
Elisa Penna (’95, 1.90, A, Wake Forest University)
Kathrin Ress (’85, 1.93, C, Famila Basket Schio)
Martina Sandri (’88, 1.84, A, Umana Reyer Venezia Mestre)
Giorgia Sottana (’88, 1.75, P-G, Famila Basket Schio)
Laura Spreafico (’91, 1.80, G, Passalacqua Ragusa)
Marzia Tagliamento (’96, 1.81, G-A, Famila Basket Schio)
Federica Tognalini (’91, 1.82, A, Gesam Lucca)
Cecilia Zandalasini (’96, 1.85, A, Famila Basket Schio)

Qualificazioni Mondiali 2019

Qualificazioni Mondiali 2019: Sorteggiato il girone azzurro

Croazia, Romania e una squadra proveniente dalle pre-qualificazioni saranno le avversarie degli Azzurri nella corsa alla qualificazione per la FIBA World Cup 2019, il Mondiale che si disputerà in Cina dal 31 agosto al 15 settembre 2019. Lo ha stabilito il sorteggio svoltosi oggi in Cina a Guangzhou, una delle sedi della rassegna iridata.

Gli Azzurri ritrovano la Croazia dopo lo sfortunato epilogo del pre olimpico di Torino. Ultimo precedente contro la Romania, in amichevole nel 1981.
Per conoscere l’ultima squadra che comporrà il Girone D, gli Azzurri dovranno attendere le gare di pre-qualificazione che si svolgeranno dal 2 al 19 agosto 2017. Nel girone dell’Italia finirà una delle quattro formazioni che vinceranno i raggruppamenti.

Alla seconda fase l’Italia, in caso di qualificazione (passano al turno successivo le prime tre), incrocerà il gruppo C, quello composto da Polonia, Lituania, Ungheria e una squadra dalle pre-qualificazioni. Si formerà dunque un gruppo da sei formazioni. Tutte le squadre porteranno con sé i punti fatti nella prima fase con le formazioni qualificate. Non potranno incontrarsi di nuovo le squadre che si sono già affrontate nella prima fase. Le prime tre del girone saranno qualificate al Mondiale.

Il calendario della prima fase

23 novembre 2017
Italia-Romania
X1*-Croazia

26 novembre 2017
Croazia-Italia
Romania-X1

23 febbraio 2018
Croazia-Romania
Italia-X1

26 febbraio 2018
Romania-Italia
Croazia-X1

28 giugno 2018
Italia-Croazia
X1-Romania

1 luglio 2018
Romania-Croazia
X1-Italia

*squadra proveniente dalle pre-quali (agosto 2017)

La formula delle qualificazioni

Al sorteggio di Guangzhou sono stati composti otto gruppi da quattro squadre con la formula del girone all’italiana. Le migliori tre squadre di ogni gruppo si qualificheranno alla seconda fase, dove verranno composti quattro gironi da sei squadre. Le prime tre qualificate di ogni gruppo staccheranno il pass per il Mondiale 2019. Nella seconda fase non potranno affrontarsi nuovamente le squadre che nella prima fase facevano parte dello stesso girone.

gallinari

Gallinari dice si all’Italia. Agli Europei ci sarà

Una notizia importante arriva dalle colonne de La Gazzetta dello Sport, con la conferma di Danilo Gallinari sulla sua presenza ad Eurobasket 2017, dopo i recenti dubbi: “Italia eccomi, ci sarò – è il titolo, poi si prosegue – Sono pronto per l’Europeo, mai pensato di tradire l’azzurro. Voglio vincere”.

” Sarò sempre presente, come ho sempre detto. L’unica cosa che mi ha frenato in passato sono stati i problemi fisici”

Gallinari infatti, si troverà di fronte ad un bivio quest’estate: entro il 30 giugno dovrà decidere se esercitare o no l’opzione per uscire dal contratto che lo lega a Denver (rinunciando ai 16,1 milioni di dollari del prossimo anno). Il 28 enne di Sant’Angelo Lodigiano ha però precisato che questa scelta non condizionerà la sua estate in azzurro.

” Le questioni contrattuali non mi hanno mai impedito di esserci. Non l’ho fatto in passato, per ragioni contrattuali ben più importanti, e non lo farò quest’anno. Vincere in azzurro è qualcosa che voglio provare. È la motivazione che mi spinge ad essere sempre presente. Quello che ti dà emotivamente la Nazionale non te lo dà nessun’altra cosa. Lavoriamo insieme da anni e vogliamo finalmente raccogliere qualcosa di importante.  “Quello che ti dà emotivamente la Nazionale non te lo dà nessun’altra cosa. Lo ripete sempre il presidente Petrucci, e io sono convinto che abbia ragione. Vincere in azzurro è qualcosa che nella mia vita vorrei provare. È la motivazione che mi spinge a dire sempre sì, a essere sempre presente”.