Mondiali Under 20

Mondiali Under 20, Evani: “Un dovere arrivare fino in fondo”

La Nazionale si è radunata ieri a Roma e nella serata di domani partirà alla volta della Corea del Sud per disputare la 21° edizione dei Mondiali Under 20. Un’avventura entusiasmante quella che attende gli Azzurrini, che hanno ottenuto il pass per il Mondiale grazie al secondo posto conquistato l’anno scorso al Campionato Europeo dall’Under 19 guidata da Paolo Vanoli.

Nel pomeriggio è in programma la seconda seduta di allenamento di giornata, alla quale non prenderanno parte Federico Dimarco e Filippo Romagna: i difensori di Empoli e Brescia resteranno con i rispettivi club fino a quando le due squadre non avranno terminato gli impegni decisivi per conquistare la salvezza nei campionati di Serie A e Serie B e nei prossimi giorni raggiungeranno il resto del gruppo in Corea. Salterà il Mondiale Simone Minelli, costretto al forfait a causa di un infortunio e sostituito dal centrocampista dell’Ascoli Francesco Cassata.

ct evani

“L’Italia ha sempre il dovere di provare ad arrivare fino in fondo – le parole del tecnico Alberico Evani –  la squadra è pronta e si sta allenando molto bene. Dobbiamo portare avanti il lavoro iniziato da Paolo Vanoli, avendo lo stesso spirito di gruppo che ha portato la Nazionale Under 19 l’anno scorso in finale in Germania”.

Tra i leader del gruppo azzurro c’è Rolando Mandragora, il centrocampista della Juventus che ieri sera era in panchina allo Stadio ‘Olimpico’ in occasione del posticipo con la Roma: “Non ci siamo dati un obiettivo vero e proprio, ma vogliamo andare il più lontano possibile e stiamo lavorando per questo. Portare la fascia da capitano mi dà grande emozione, ringrazio Evani per avermi concesso questo onore”.

mondiali under 20

Per l’Italia, che torna al Mondiale otto anni dopo l’ultima volta, è la sesta partecipazione alla Fase Finale, dove il miglior piazzamento restano i quarti di finale raggiunti nel 1987, nel 2005 e nel 2009, quando la Nazionale di Francesco Rocca fu sconfitta 3-2 dall’Ungheria. Un torneo che ha spesso parlato sudamericano (6 titoli per l’Argentina, 5 per il Brasile), ma che nelle ultime due edizioni ha visto il successo di due nazionali europee: la Francia nel 2013 in Turchia, la Serbia nel 2015 in Nuova Zelanda.

Gli Azzurrini esordiranno nel Mondiale domenica 21 maggio con l’Uruguay a Suwon (ore 20 locali, le 13 italiane), il capoluogo della provincia di Gyeonggi che ospiterà anche il secondo match in programma mercoledì 24 maggio (ore 17 locali, le 10 italiane) contro il Sudafrica, mentre la terza e ultima sfida del girone con il Giappone si disputerà sabato 27 maggio (ore 20 locali, le 13 italiane) a Cheonan. Si qualificano agli ottavi di finale le due prime classificate dei sei gironi e le quattro migliori terze.

I convocati

Portieri: Samuele Perisan (Udinese), Andrea Zaccagno (Pro Vercelli); Alessandro Plizzari (Milan)
Difensori: Mauro Coppolaro (Latina), *Federico Dimarco (Empoli), Riccardo Marchizza (Roma), Giuseppe Pezzella (Palermo), Giuseppe Scalera (Fiorentina), Leonardo Sernicola (Fondi), *Filippo Romagna (Brescia);
Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Alfredo Bifulco (Carpi), Paolo Ghiglione (Spal), Rolando Mandragora (Juventus), Matteo Pessina (Como), Mattia Vitale (Cesena);
Attaccanti:  Giuseppe Antonio Panico (Cesena), Riccardo Orsolini (Ascoli), Andrea Favilli (Ascoli), Luca Vido (Cittadella).

*si aggregheranno ai compagni al termine degli impegni con le rispettive squadre di club

Il calendario

Prima giornata (21 maggio)

ITALIA-Uruguay (ore 20 locali, le 13 italiane – Suwon)
Sudafrica-Giappone (ore 17 locali, le 10 italiane – Suwon)

Seconda giornata (24 maggio)
Sudafrica-ITALIA (ore 17 locali, le 10 italiane – Suwon)
Uruguay-Giappone (ore 20 locali, le 13 italiane – Suwon)

Terza giornata (27 maggio)
Giappone-ITALIA (ore 20 locali, le 13 italiane – Cheonan)
Sudafrica-Uruguay (ore 20 locali, le 13 italiane – Incheon)

Commenti

commenti