Mondiali futsal, l’Argentina sul tetto del Mondo

Battuta la Russia 5 a 4 in un’incredibile finale

La serie A sta per abbracciare 5 iridati argentini, pronti a dare lustro alla regular season, ormai prossima al via.

Un altro Diego, quello cresciuto sui banchi di Coverciano, completa il suo capolavoro alla prima esperienza da ct di una Selecciòn. Che supera 5-4 la Russia e si consacra alla storia.

Highlights

LA “GARRA”

Eder Lima rompe l’equilibrio, ma l’Albiceleste pareggia 26” dopo, con un tap in di Alamiro Vaporaki, chiudendo avanti 2-1 all’intervallo, grazie a un tiro libero di Cuzzo.

Tre reti nei primi 2’33” della ripresa. Eder Lima si ripete. L’Argentina reagisce ancora da big: Brandi ne fa uno appresso all’altro. Al resto ci pensa la “garra” di una squadra a immagine e somiglianza di Giustozzi. L’Albiceleste a 8’40” dal termine esaurisce il bonus falli, tiene botta al 5 vs 4 russo, pescando il 5-2 con Kiki Vaporaki.

I vice campioni d’Europa se la giocano fino alla fine. Lyskov e ancora Eder Lima siglano i gol che riaprono il match a 19”. Non c’è più tempo. La Russia perde la sua quarta finale di fila fra Mondiale ed Europeo.

L’Argentina è campione per la prima volta.

#ArgentinaCampeón 🏆 Metete en la intimidad del festejo de Argentina. La copa, protegida por los cracks. Postal para el recuerdo 📷

Una foto pubblicata da Selección Argentina (@afaseleccion) in data:

ITAL-ARGENTINA

Giustozzi è diventato un tecnico a Coverciano.

Borruto ha vinto tutto in Italia, con tanto di Uefa Futsal col Montesilvano e in Colombia ha raggiunto Sanchez, Pichichi dell’Argentina al Mondiale.

Taborda ha disputato una kermesse iridata pazzesca.

Cuzzolino eliminato l’Ucraina e steso Portogallo e Russia.

Battistoni risposto sempre presente e Alan Brandi – bis in finale – giocherà con l’Acqua&Sapone.

Aggiungiamoci pure che Wilhelm, Pallone d’Oro 2016, è uno dei figli del Belpaese.

Sì, chiamatela ItalArgentina.

Commenti

commenti