giro

Giro, ecco i big: tappa e maglia a Nairo Quintana

Nairo Quintana (Movistar Team) ha vinto la nona tappa del 100º Giro d’Italia, Montenero di Bisaccia-Blockhaus di 149 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Thibaut Pinot (FDJ) e Tom Dumoulin (Team Sunweb).

Il 27enne scalatore della Movistar, già vincitore della maglia rosa nel 2014, si presenta sul traguardo della nona tappa in perfetta solitudine, dopo aver dato spettacolo e costretto alla resa due rivali dal giusto pedigree come il francese Thibaut Pinot (Fdj), che comunque si piazza secondo con soli 24″ di ritardo, ed il messinese e campione in carica Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida), quinto a 1’00” e appena davanti al lucano Domenico Pozzovivo (Ag2R). Lo show di Quintana comincia a circa 6,7 Km dalla conclusione, sulle rampe del Blockhaus, giustamente temuto da chi non si trova a suo agio quando la strada si impenna.

Uno scatto, un secondo, senza scalfire apparentemente Nibali, che nemmeno si alza sui pedali per rispondere. Un terzo e infine un quarto, quello giusto, che lascia di sasso Nibali e anche Pinot, che pare reagire per poi cedere alla pedalata agile del sudamericano. Non c’è storia: il capitano della Movistar, autentico ‘squadrone’, si concede la parata, seguito a debita distanza da Pinot e dall’olandese Tom Dumoulin (Sunweb), terzo anche nella generale a 30″, indiziato numero uno a vestire di rosa dopo la cronometro di martedì.

Nairo Quintana è la nuova Maglia Rosa di leader della classifica generale della corsa.

Il vincitore di tappa e nuova Maglia Rosa subito dopo l’arrivo, ha dichiarato:

Sul traguardo ho dimostrato che sto bene. Oggi tutta la squadra è andata forte. Sono contento di questa vittoria. C’è ancora tanta strada fa fare in questo Giro. Nei prossimi giorni scopriremo se i trenta secondi di vantaggio che ho su Tom Dumoulin sono tanti o pochi, ma mi sento bene, e questa è l’unica cosa importante al momento”.

 

 

Domani, lunedì, la seconda giornata di riposo, si riprende martedì con la decima tappa, una cronometro individuale di 39,8 chilometri con partenza da Foligno ed arrivo a Montefalco. Dumoulin ha le carte in regola per strappare il primato a Quintana, Nibali potrebbe ridurre lo scarto e rilanciare le sue ambizioni, che restano comunque immutate.

Comments

comments