Tag: gaviria

gaviria

Giro: Gaviria inarrestabile, a Tortona cala il poker

Fernando Gaviria (Quick-Step Floors) ha vinto la tredicesima tappa del 100º Giro d’Italia, Reggio Emilia – Tortona di 167 km. È il suo quarto successo di tappa in questo Giro. Al secondo e terzo posto nella volata sul traguardo di Tortona si sono classificati rispettivamente Sam Bennett (Bora – Hansgrohe) e Jasper Stuyven (Trek – Segafredo).

La tappa è stata caratterizzata dalla lunga fuga di Vincenzo Albanese (Bardiani CSF), Pavel Brutt (Gazprom – Rusvelo) e Matej Mohoric (UAE Team Emirates), ripresi quando mancavano 21 chilometri all’arrivo.

Tom Dumoulin (Team Sunweb) resta in Maglia Rosa di leader della classifica generale della corsa.

RISULTATO FINALE

1 – Fernando Gaviria (Quick-Step Floors) – 167km in 3h47’45”, media 43.995 km/h
2 – Sam Bennett (Bora – Hansgrohe) s.t.
3 – Jasper Stuyven (Trek – Segafredo) s.t.

CLASSIFICA GENERALE

1 – Tom Dumoulin (Team Sunweb)
2 – Nairo Quintana (Movistar Team) a 2’23”
3 – Bauke Mollema (Trek – Segafredo) a 2’38”

 

Fernando Gaviria

“È stata una volata diversa oggi, molto difficile. Grazie alla mia squadra sono riuscito a vincere ancora una tappa. Adesso sono il corridore colombiano con più vittorie di tappa al Giro. È solo una statistica, ma per me significa che sono venuto al Giro ben preparato.”

Tom Dumoulin

“Le frazioni con molto vento come oggi a volte mi rendono nervoso. Per la maggior parte della tappa avevamo il vento a nostro favore. Nel finale c’era più vento laterale. Ero ben protetto dalla mia squadra, complessivamente è stato un altro giorno positivo per noi. Credo che la salita di Oropa si adatti bene alle mie caratteristiche. Spero di essere in Maglia Rosa anche domenica.”

Giro: Gaviria vince a Reggio Emilia. Storico passaggio in autostrada

Fernando Gaviria (Quick-Step Floors) vince la 12/a tappa del 100/o Giro d’Italia, la Forlì-Reggio Emilia di 229 chilometri. Terza vittoria allo sprint in questa edizione per il colombiano che ha battuto l’italiano Jakub Mareczko, l’irlandese Sam Bennett, il tedesco Phil Bauhaus e l’argentino Maximilano Richeze.

Sesto Ryan Gibbons, settimo Sacha Modolo, ottavo Andrè Greipel, che domani sera tornerà a casa, alla vigilia delle tappe di montagna. Con la vittoria di oggi, Gaviria incrementa il proprio vantaggio nella classifica della maglia ciclamino, assegnata di nuovo da quest’anno al leader della graduatoria a punti. L’olandese Tom Dumoulin ha conservato la maglia rosa.

fernando gaviria

“Ero un po’ preoccupato quando il mio compagno Maximiliano Richeze ha forato, è un uomo importante per le volate. Mancava poco all’arrivo e andavamo molto veloce. Ma è riuscito a rientrare ed è andata bene. Non sono il velocista più forte del Giro, è André Greipel, lui ha molte più vittorie di me. Ma credo di essere il velocista più in forma e con le gambe migliori, grazie alla mia preparazione. E con questa sono tre vittorie.”

La Maglia Rosa Dumoulin ha dichiarato: “È stata una giornata positiva per me. Una tipica tappa per velocisti, anche se più veloce di quanto credessi. Gaviria sembra essere il miglior velocista qui al Giro, congratulazioni a lui. Spero che la giornata di domani sia simile a questa, tranquilla.”

Intanto Mirco Maestri è entrato nella storia del ciclismo e del Giro d’Italia, aggiudicandosi il primo Gran premio della montagna posto su un’autostrada, precedendo Marco Marcato e il russo Sergej Firsanov, terzo. Lo spagnolo Fraile, vincitore della tappa conclusa ieri a Bagno di Romagna, è transitato sotto lo striscione al quarto posto.

Autostrade per l’Italia ha voluto celebrare la 100/a edizione del Giro appunto ospitando per la prima volta la corsa rosa, con una tappa ufficiale in autostrada, nel tratto appenninico della A1 Panoramica, tra Firenze e Bologna. I corridori hanno pedalato per 33 chilometri sulla A1 Panoramica, che separano le località di Barberino e Rioveggio, fra le province di Firenze e Bologna.