hamilton

F1, Mondiale ad Hamilton: “Non mi sono mai arreso”

Lewis Hamilton sul tetto del mondo. Il pilota britannico della Mercedes diventa campione del mondo per la quarta volta nella sua carriera ed entra così ufficialmente tra i grandi della Formula 1. Con il titolo conquistato ieri al Gp del Messico, che ha chiuso al nono posto, Hamilton raggiunge così Alain Prost e Sebastian Vettel, davanti a lui ci sono ora solo i record di Juan Manuel Fangio a 5 e di Michael Schumacher a 7.

E’ surreale – ha commentato a caldo il pilota britannico della Mercedes ai microfoni di SkySport – è stata giornata bellissima, ho dato tutto il cuore. Non mi sono mai arreso – ha aggiunto – devo sempre ringraziare chi sta lassù perché mi ha benedetto in tanti modi”.

Hamilton si è piazzato nono al Gp del Messico diventando irraggiungibile in classifica (+56 punti) e conquistando così il titolo a due gare dal termine della stagione. Il Gp è stato vinto da Max Verstappen (Red Bull) davanti a Valtteri Bottas (Mercedes) e Kimi Raikkonen (Ferrari). Il pilota della Ferrari Sebastian Vettel ha chiuso solo quarto regalando così di fatto il titolo al britannico.

La gara è stata condizionata da un contatto alla partenza tra i due rivali per il titolo mondiale. Vettel, in pole, ha rovinato l’ala anteriore ed è stato costretto a fare una sosta ai box rientrando poi in sedicesima posizione, da dove ha tentato una disperata rimonta su Verstappen, chiudendo alla fine al quarto posto. Sorte analoga è toccata allo stesso Hamilton che è stato costretto alla sosta per una foratura ed è rientrato in ultima posizione. Al pilota britannico è bastato però chiudere al nono posto per portarsi a casa il titolo ed entrare nella storia.

Commenti

commenti