Alessandro Nesta, mister del Miami Fc, batte Kakà e vola agli ottavi di Us Open Cup

L’esperienza americana inizia a far sorridere anche ad un altro idolo del calcio italiano: Alessandro Nesta.

L’ex difensore azzurro ha da poco intrapreso l’avventura d’allenatore a Miami, ma ha cominciato a raccogliere le prime piccole soddisfazioni. La sua squadra è riuscita nell’impresa di battere il ben più favorito e blasonato Orlando City di Kakà e Nocerino in Us Open Cup, la coppa nazionale americana.

 

Era la partita più importante della nostra breve storia!

ha ribadito a fine match il mister dei Miami.

Il tecnico italiano, dopo aver chiuso la carriera da difensore al Chennaiyin, ha scelto di diventare allenatore e la prima squadra che gli ha dato fiducia è stata proprio il Miami Fc nel 2015. In realtà la compagine americana è a forti tinte azzurre dato che il proprietario e fondatore è Paolo Maldini, ex bandiera rossonera. Il club milita in Nasl, la seconda divisione del campionato statunitense, e per questa stagione vive il sogno di passare in Mls o magari puntare addirittura alla Champions League americana se dovesse appunto vincere la Us Open Cup.

In effetti battere 3-1 Orlando City ha dato pienamente fiducia nei mezzi della squadra guidata dall’ex difensore di Lazio e Milan. Ora si attende il proseguo del calendario della coppa per capire chi sarà l’avversaria per il prossimo turno. A siglare la netta vittoria nei confronti di Kakà e company la tripletta del brasiliano Stéfano.
Prima del match ci sono stati calorosi abbracci e saluti con gli ex compagni di squadra del Milan, artefici insieme di gloriose annate sia in campionato che in Champions League. Proprio con il fuoriclasse brasiliano Kakà, Alessandro Nesta ha vissuto momenti indimenticabili come ad Atene e al Mondiale per Club 2007.

Da calciatore ha vissuto due esperienze fuori dall’Europa. Prima il Canada al Montréal Impact (attuale club di Marco Donadel) e poi la parentesi in Indian Super League con Marco Materazzi al Chennaiyin. Proprio con l’ex difensore nerazzurro hanno potuto riprendere i bei momenti trascorsi in Nazionale, in primis nel 2006 in Germania con la vittoria del Mondiale. In quell’occasione proprio Materazzi fu il sostituto del difensore romano che si infortunò durante il match contro la Repubblica Ceca.

Alessandro Nesta da calciatore ha vinto tutto il possibile ed immaginabile ora, da allenatore, auspica di fare comunque bene per cercare di restare sempre ad alti livelli in un calcio che gli ha dato così come tanto ha dato lui a tifosi e appassionati di calcio. Ora è concentrato per questa stagione con lo scopo di agguantare una storica promozione in Mls con il suo Miami per poi continuare a sognare.

Dario Sette

About dario

Giornalista professionista, cura “Italians”, rubrica che parla di sportivi italiani che si sono affermati all’estero. E chissà magari, Ivanka Trump, la prossima volta non confonderà più Giorgio Chinaglia, ex attaccante di Lazio e New York Cosmos, per un santo.

Comments

comments