olimpiadi di tokyo 2020

Mondiali in vasca corta, bene la Pellegrini nei 100

Vola subito in finale la staffetta 4×50 mista femminile che ha aperto la seconda giornata ai mondiali in vasca corta di Windsor. Silvia Scalia (27″13), Martina Carraro (30″30), Silvia Di Pietro (25″16) e Aglaia Pezzato (24″51) nuotano in prima batteria e chiudono quarte in 1’47″10.

Comanda il Canada in 1’45″49 davanti agli Stati Uniti (1’45″69). C’era attesa per Federica Pellegrini che dopo il suo primo oro iridato in vasca corta della carriera, si rituffa nei 100 stile libero dopo ha il record italiano fatto quest’anno di 52″17. La “Divina” chiude terza l’ultima serie dei 100 stile libero in 53″05 e si qualifica per le semifinali con il quinto tempo. Dentro anche Ferraioli, 12ma. Queste le qualificate per le semifinali dei 100 sl donne: Oleksiak, Elmslie, Kromowidjojo, Mainville, Pellegrini, Menghui, Ottesen, Ikee, Jakabos, Popova, Hurtado, Weir, Ferraioli, Kennedy, Oliveira, Wattel

70daa460e919e50c99821add5aab85fa_xl

Questa sera tra i finalisti, torna sullo scenario mondiale dopo due anni di assenza Fabio Scozzoli che nei 100 rana tenterà l’assalto alle prime posizioni, lui che nel 2012 ad Istanbul vinse il primo oro in assoluto della spedizione azzurra in questa manifestazione.

Esce con il nono crono dalla finale dei 200 stile libero, Luca Dotto. Il velocista veneto, che si allena a Roma con Claudio Rossetto, chiude però col personale di 1’44″27 (dieci centesimi meglio del precedente) dando una bella sensazione in acqua, soprattutto in vista delle prossime gare a partire dai 50 stile libero di domani.

Commenti

commenti