paltrinieri

Universiadi, un Paltrinieri irresistibile cala il tris. Argento per la Gabbrielleschi

Si chiude trionfalmente per il nuoto la ventinovesima edizione delle Universiadi in svolgimento a Taipei. Nella 10 chilometri di fondo vince Gregorio Paltrinieri che, alla seconda prova in carriera nella distanza, stacca tutti e arriva in solitario in 1h54’52″4. Secondo il tedesco Soeren Detlef Meissner in 1h55’01″5, terzo il polacco Pawel Pielowski in 1h55’19″6. Un’estate favolosa per l’olimpionico di Rio de Janeiro che, dopo aver bissato in vasca il titolo mondiale a Budapest nei 1500 stile libero, vince tre ori nella manifestazione (800,1500 sl e 10 km), ma sopratutto conferma la validità del lavoro e la competitività anche nella prova olimpica del fondo in vista di Tokyo 2020.

Dalle acque bollenti della capitale di Taiwan è emersa anche Giulia Gabbrielleschi che conquista l’argento in 2h04’17″9 dietro all’ungherese, seconda ai mondiali di Kazan 2015 nella 25 km, Anna Olasz, che chiude in 2h04’12″2. Terza la francese Adeline Furst in 2h04’23″1. Chiusura col botto anche per la ventunenne toscana allenata dal tecnico Massimiliano Lombardi per Fiamme Oro Napoli e Nuotatori Pistoiesi, che si conferma dopo il bronzo nella staffetta mista del Balaton ai mondiali di Budapest.

Nella stessa gara buon sesto posto di Barbara Pozzobon, ventitreenne di Maserada sul Piave tesserata USD Hydros, che quest’anno si è messa in luce vincendo la maratona di Coppa del Mondo Santa Fè – Coronda di 57 km e che chiude in 2h04’42″8. Con questi due podi il bilancio della spedizione azzurra sale a 13 medaglie (5 ori, quattro argenti e quattro bronzi). Unidici sono nel nuoto, record storico della manifestazione.

Commenti

commenti