Categoria: News

mondiali under 21

Volley, Mondiali Under 21: scelti i 12 azzurri

Il tecnico federale Michele Totire ha scelto i nominativi dei dodici atleti che disputeranno dal 23 giugno al 2 luglio i Mondiali Under 21 nella Repubblica Ceca:

Pinali (Azimut Modena),
Gardini, Piccinelli e Russo (Club Italia),
Di Silvestre (Lube Civitanova),
Romanò (Diavoli Rosa Brugherio),
Zonca (Volley Potentino),
Zoppellari (Kioene Padova),
Di Martino (Lpr Piacenza),
Cominetti (Pool Libertas Cantù),
Galassi e Sbertoli (Revivre Milano).

La squadra azzurra si è radunata ieri a Roma, presso il Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti, per un ultimo collegiale prima della partenza per il Mondiale.

world league

World League: Italia giù anche con il Belgio. Addio Final Six

L’Italia cede 3-1 (25-22, 26-24, 25-27, 25-16) contro il Belgio e abbandona così, definitivamente, quelle minime chance di qualificazione alla World League Final Six che aveva prima di scendere in campo ieri sera.

Dopo la prova di carattere di ieri sera contro la Francia che aveva fruttato una vittoria al tie-break, oggi gli uomini di Blengini non sono riusciti a ripetersi e, ricadendo in quella serie di errori che aveva fino ad ora caratterizzato il cammino in questa World League, si sono arresi ad un avversario che non è apparso irresistibile ma al quale bisogna dare atto di aver saputo non arrendersi mai, anche nei momenti in cui sembrava che l’Italia potesse reagire con Blengini che ha ruotato spesso i suoi uomini.

Tra gli azzurri rimane un po’ di rammarico per un percorso troppo altalenante e che non rende merito al valore di un gruppo abituato a ben altri standard.

Per quanto riguarda il match odierno, Blengini ha cambiato qualcosa in formazione schierando la diagonale Giannelli-Vettori, Piano e Ricci coppia di centrali, Randazzo e Botto martelli con Colaci libero.

I padroni di casa sono scesi in campo con Valkiers in palleggio, Van Den Dries opposto, Van De Voorde e Verhees centrali, Deroo e Lecat schiacciatori con Stuer libero

Il primo set è stato giocato alla pari con le due squadre autrici di parecchi errori, la situazione è stata in sostanziale equilibro per la maggior parte del parziale con i padroni di casa in grado però di allungare proprio nel finale (23-21) chiudendo in proprio favore con il punteggio di 25-22 dopo che gli azzurri avevano annullato la prima palla set.

Nel secondo parziale gli azzurri avevano reagito bene all’esito della prima frazione riuscendo nella fase centrale ad accumulare un buon margine di vantaggio che hanno poi saputo amministrare fino al 22-18 in loro favore. Proprio sul più bello, però, quando sembravano avviati a portare la situazione in parità hanno prima subìto un break di 4-0 (22-22) e successivamente si sono fatti via via intimorire dagli avversari che galvanizzati dal pubblico sono riusciti a ribaltare la situazione vincendo ai vantaggi (26-24) alla seconda palla set.

Terza frazione ancora in sostanziale parità fino al 23-23 con una gara sempre caratterizzata da errori e incertezze da entrambe le parti. Ancora una volta nel finale i dragoni rossi, però, sembrano poter approfittare dei continui black out degli azzurri. Il finale è palpitante con continui capovolgimenti di fronte: alla fine, alla seconda palla set e dopo aver annullato un match ball ai padroni di casa, sono i ragazzi di Blengini a imporsi 27-25.

Nel quarto set i padroni di casa hanno tracciato il solco definitivo a circa metà frazione (14-10, 19-13). Da quel momento in poi gli uomini di Heynen sono sembrati inarrestabili e hanno finito per vincere un match (25-16) che al momento li tiene ancora in corsa per la qualificazione alle Finali.

Domani cala il sipario su questa Fase Intercontinentale con l’ultimo match contro il Canada alle ore 13.

COLACI

“Dispiace perché non siamo riusciti a replicare la buona prova di ieri sera. Con la vittoria contro la Francia avevamo compiuti qualche passetto in avanti e invece questa sera siamo ricaduti nei nostri soliti errori che ci hanno accompagnato in tutta questa World League. Ora sarà importante fermarci a pensare, ma con la consapevolezza dei nostri mezzi. Dovremo lavorare con costanza e impegno per affrontare nel migliore dei mondo la seconda parte della nostra stagione internazionale”.

BLENGINI

“Peccato, è andata così. Ieri avevamo fatto bene, ci eravamo tolti una piccola soddisfazione, invece questa sera abbiamo commesso nuovamente tanti errori che, come è logico che sia, a questi livelli si pagano. E’ stata una World League un po’ strana; abbiamo alternato prove da dimenticare ad altre nelle quali avremmo meritato probabilmente qualcosa in più. Abbiamo avuto difficoltà alle quali se ne sono aggiunte altre come l’infortunio di Lanza. Sappiamo qual è il nostro percorso e cosa dobbiamo fare. C’è da lavorare; lo faremo duramente. Come sempre”.

ITALIA-BELGIO 1-3 (22-25, 24-26, 27-25, 16-25)

Italia: Giannelli 4, Piano 7, Randazzo 5, Vettori 22, Botto 15, Ricci 4, Colaci (L). Antonov 6, Spirito 1, Pesaresi, Buti 2, Candellaro 5, Sabbi. Ne: Balaso (L). All. Blengini

Belgio: Van Den Dries 20, Deroo 6, Lecat 5, Verhees 5, Van De Voorde 10, Valkiers 4, Stuer (L). Rousseaux 5, D’Hulst, Van Walle, Van De Velde 2. Ne: Ribbens (L), Klinkenberg Cox. All: Heynen.

Arbitri: Casamiquela (ARG), Maroszek (POL)

Spettatori: 3500 .Durata set: 31’, 34’, 37’, 25’

Italia: bs 21 a 6 mv 3 et 37

Belgio: bs 13  a 6 mv 11 et 18

World League

World League: domani Italia – Stati Uniti

Giorno di vigilia per la Nazionale Maschile che da domani a domenica sarà impegnata nel secondo week end di World League durante il quale affronterà Stati Uniti (domani ore 17.30, diretta Rai Sport), Francia (sabato ore 20.30) e Russia (domenica ore 15.30).

Proprio il match contro i nordamericani di domani evoca ricordi esaltanti per gli azzurri che furono protagonisti di una semifinale olimpica ricordata come una delle gare più emozionanti della storia recente del gruppo italiano. In campo c’era anche Massimo Colaci che così si racconta:

Non dimenticherò mai quella partita, sono davvero orgoglioso di esserci stato. Fu una gara vibrante ed esaltante, alla fine la spuntammo noi e guadagnammo l’accesso alla finale, ma credo che si possa parlare di un grande spot per il volley internazionale”.

Ora però è necessario non guardarsi indietro, ma pensare solo a questa World League iniziata con delle prestazioni confortanti che tuttavia non hanno garantito un cospicuo bottino in termini di punteggio. Il libero azzurro si dichiara ottimista:

Le sensazioni sono molto positive, in campo ci siamo mossi bene e anche nei momenti di difficoltà abbiamo fatto ciò che dovevamo. Credo che questi siano aspetti importanti da non sottovalutare. Tra Polonia e Brasile avremmo meritato almeno un tie-break per avere la chance di giocarci la partita, peccato per non avercela fatta, ma nel complesso sono ottimista. L’ambiente che si è creato è sulla stessa line d’onda dello scorso anno e questo aspetto non è scontato. Credo sia molto importante”.

Ultima analisi riguarda ciò che il libero azzurro ritiene necessario in questo momento per la squadra:

Credo che noi dovremmo migliorare in ricezione per poter esprimere un gioco veloce per le nostre bande e per avere una pipe incisiva; in battuta per mettere pressione agli avversari e in difesa che ormai nella pallavolo moderna è diventata un fondamentale decisivo, basta pensare a squadre come la Francia e il Brasile che difendono con tutti i loro effettivi; per migliorare le nostre performance sarà importante crescere e migliorare sotto questi punti di vista. Daremo il massimo per fare punti; le buoni prestazioni non ci bastano più. Da parte mia sono molto carico, voglio ottenere sempre di più con questa maglia”.

Oggi pomeriggio la squadra si allenerà nuovamente nell’impianto di gioco.

Pool F1: Pau, Francia

9/6: Italia-USA (ore 17.30); Francia-Russia (ore 20.30)

10/6: USA-Russia (ore 17.30); Francia-Italia (ore 20.30)

11/6: Italia-Russia (ore 15.30); Francia-USA (ore 18.30)

 

Classifica generale

1.Francia 3v, 0s (9p); 2.Belgio 2v, 1s (7p); 3.Brasile 2v, 1s (7p); 4.Serbia 2v, 1s (6p); 5.Polonia 2v, 1s (5p); 6.Canada 2v, 1s (4p); 7.Russia 1v, 2s (4p); 8.Italia 1v 2s (3p); 9.Bulgaria 1v, 2s (3p); 10.Iran 1v 2s (3p); 11.Argentina 1 v, 2s (2p); 12.USA 0v, 3s (1p).

 

La World League in TV

9/6: Italia-Usa ore 17.30 diretta Rai Sport

10/6: Italia-Francia ore 23.55 differita Rai Sport (gara ore 20.30)

11/6: Italia-Russia ore 15.30 diretta Rai Sport

mondiali di beach volley

Mondiali di Beach Volley: tre le coppie azzurre a Vienna

Saranno tre le coppie azzurre che difenderanno i colori dell’Italia nel prossimi Mondiali di Beach Volley, in programma a Vienna dal 28 luglio al 6 agosto 2017. Nel torneo maschile saranno presenti i vice campioni olimpici Paolo Nicolai e Daniele Lupo, qualificati attraverso il ranking mondiale, così come Alex Ranghieri e Adrian Carambula.

Nel World tour 4 stars di Rio de Janeiro disputato nello scorso mese di Maggio, i vice campioni olimpici Paolo Nicolai e Daniele Lupo si sono classificati al terzo posto. Il bronzo è arrivato grazie al successo nella cosiddetta finalina sugli statunitensi Brunner-Patterson 2-1 (21-15, 24-26, 15-11).

Nel torneo femminile, invece, scenderanno in campo Marta Menegatti e Rebecca Perry che si sono qualificate grazie al Ranking Europeo Cev.

Grandissime azzurre: L’Italia si qualifica per i Mondiali senza perdere un set

Le azzurre di Davide Mazzanti si sono qualificate per il Mondiale 2018. In una Lange Munte grenita dai tifosi di casa, l’Italia ha travolto anche il Belgio 3-0 chiudendo il torneo imbattuta senza perdere nemmeno un parziale.

Il ct azzurro Mazzanti ha riproposto la formazione titolare puntando su Malinov in cabina di regia, Paola Egonu sulla sua diagonale, la capitana Chirichella e Folie al centro, con Lucia e Caterina Bosetti a ricevere insieme al libero De Gennaro.

Inizio equilibrato con le due squadre vogliose di imporre la loro supremazia. L’Italia difende e contrattacca. Malinov è lucida e le sue compagne la seguono azzurre avanti 12-8, poi ancora 15-9. Il Belgio cambia la giovane Herbots con Van Gestel e rimonta qualche punto. Ma le Azzurre riprendono subito a guidare la danza e volano 25-18 con un servizio vincente di Paola Egonu.

Il Belgio ritorna in campo con la voglia di rifarsi, Heyrman mette a terra due muri e sul 3-0 Mazzanti chiama il time-out.  Le padrone di casa guadagnano quattro punti di vantaggio, l’Italia parzialmente recupera (5-6), poi a lungo rimane agganciata sino al pareggio siglato a muro da Folie (12-12). Le ragazze italiane arrivano a condurre 15-13, poi il loro gioco ha una brusca frenata, il cambio palla diviene faticoso e il Belgio ne approfitta (18-21). Ma l’Italia c’è. Dopo il cambio palla va al servizio Malinov le sue battute creano grandi problemi alla ricezione di Leys e compagne e l’Italia arriva al set point 24-21 e poi chiude ancora con Egonu 25-22.

L’Italia ricomincia con gli stessi errori che l’avevano messa in difficoltà nel secondo e il Belgio si porta 5-1.  Con pazienza le ragazze di Mazzanti rimontano e si portano anche in vantaggio 9-8, poi l’orgoglio del Belgio le riporta indietro. La gara continua tra alti e bassi , L’Italia rimonta tre lunghezze di svantaggio, opera il sorpasso e poi non molla più la presa, dimostra di saper lottare e chiude il match e la qualificazione con il 25-23.

il tabellino 

BELGIO-ITALIA 0-3 (18-25 22-25 23-25)
BELGIO:  Leys 4, Aelbrecht 10, Van de Vyver 1, Herbots 7, Heyrman 11, Van Hecke 14, Courtois (L), Van Gestel, Guilliams. Bland, Biebauw, Grobelna, Voets (L), Van Sas, All. Van de Broek.
ITALIA: Chirichella 10, Egonu 23, Bosetti L. 6, Folie 10, Malinov 2,  Bosetti C. 8, De Gennaro (L), Loda, Bonifacio, Sorokaite, Orro, Danesi. Parrocchiale (L). Guerra, All.Mazzanti.
Arbitri: Ryabtsov (Rus) e Sarikaya (Tur).
Durata set:  26, 29, 31.
Belgio: bv 1, bs 9, m 11, er 7.
Italia: bv 5, bs 7, m 13, er 7.

world league

World League: l’Italia cresce ma viene sconfitta dal Brasile

Seconda sconfitta nella World League per la nazionale italiana maschile, superata 3-1 (25-15, 17-25, 25-23, 25-22) dai Campioni olimpici. Rispetto al match contro la Polonia gli azzurri hanno mostrato segnali di crescita, che però non sono bastati per avere la meglio sulla nazionale verdeoro.

Nel primo set i ragazzi di Blengini hanno faticato ad ingranare, mentre nel secondo hanno risposto alla grande. I rimpianti maggiori sono per il terzo parziale, quando gli azzurri dopo un lungo inseguimento erano riusciti a superare gli avversari, prima di bloccarsi sul più bello. Nella quarta frazione il Brasile è stato sempre al comando e nonostante gli sforzi di rientrare dell’Italia ha chiuso la gara.

Conclusa la tre giorni di Pesaro l’Italia martedì si trasferirà a Pau (Francia) per il secondo week end della World League dove affronterà Francia, Russia e Stati Uniti.

In avvio di gara il Ct tricolore ha schierato Giannelli in palleggio, opposto Vettori, Lanza e Randazzo schiacciatori, Buti e Piano centrali, libero Colaci.
Tutto in salita l’inizio dell’Italia che ha sofferto il ritmo dei brasiliani, non riuscendo a contenere l’opposto Evandro. I ragazzi di Blengini hanno commesso troppi errori, perdendo sempre più terreno dai Campioni Olimpici che hanno chiuso velocemente (15-25).
Molto diverso l’atteggiamento degli azzurri al rientro in campo con Antonov che ha preso il posto di Randazzo. Lanza e compagni sono partiti a mille, mentre i sudamericani hanno faticato ad ingranare. Un Vettori molto ispirato, più una serie di muri e difese spettacolari, incredibile quella di Lanza volato tra i tifosi, hanno dato la spinta decisiva all’Italia che ha fatto proprio il parziale (25-17).

Nella terza frazione i campioni olimpici sono tornati al comando, ma l’Italia non gli ha lasciati scappare ed è sempre a rimasta sempre a contatto. Grazie gli attacchi di Antonov e a un muro efficace gli azzurri hanno anche superato i brasiliani, ma nel finale due aces di Lucarelli hanno condannato i ragazzi di Blengini (23-25).
Simile l’andamento della quarta frazione con il Brasile avanti e gli azzurri costretti a recuperare. Giannelli e compagni ce l’hanno messa tutta per rientrare, ma una volta riportate le cose in parità l’ennesima accelerata del Brasile ha chiuso l’incontro (22-25).

Qualificazioni Mondiali Femminili

Qualificazioni Mondiali Femminili: poker azzurro

Le azzurre vincono ancora per 3-0, anche contro la volenterosa Spagna, e arrivano al match decisivo di stasera contro il Belgio a punteggio pieno e senza aver perso nemmeno un parziale. Le Azzurre hanno confermato di avere voglia di fare e seppur con qualche errore di troppo al servizio hanno predisposto facilmente di una avversaria che fa della difesa la sua arma migliore, ma che più di tanto non ha potuto fare per opporsi alla potenza in attacco di Paola Egonu ed alla varietà di colpi di Lucia Bosetti (best scorer della gara con 16 punti e il 65% in attacco).

Davide Mazzanti ha riproposto la formazione titolare avendo buone risposte in molti elementi. Ofelia Malinov ha gestito bene le sue compagne, approfittando di una buona ricezione ha potuto variare le sue alzate, usando meno rispetto alle giornate precedenti le centrali, Folie e Chirichella, appoggiandosi spesso a Paola Egonu (11 punti realizzati) e Lucia Bosetti, meno su sua sorella Caterina, non irresistibile in avanti, ma brava in ricezione.

Come già accennato in chiara crescita di condizione la più grande delle due sorelle. Lucia si è mostrata particolarmente vogliosa di essere protagonista in fase offensiva dove ha mostrato la conosciuta bravura di alternare attacchi veloci a pallonetti.

Oggi la gara che può regalare la qualificazione diretta al Mondiale giapponese del 2018 ed evitare le insidie di un nuovo girone a fine agosto dove è già “precipitata” l’Olanda perdendo clamorosamente con l’Azerbaijan 3-0 la gara decisiva della sua pool.

Il Belgio squadra insidiosa, che nelle sue file annovera diverse delle protagoniste della bellissima cavalcata del 2013 che la portò sul gradino più basso del podio. Le novità più grandi sono in cabina di regia dove la veterana Dierickx è stata sostituita dalla giovane Bielbiew che si alterna alla Van de Vyver e in attacco dove c’è il giovane talento della scattante schiacciatrice Herbots (18 anni). Per vincere l’Italia dovrà giocare senza timore, limitando al minimo gli errori.
Il match sarà trasmesso in diretta streaming da www.Laola1.tv. 

il tabellino

ITALIA-SPAGNA 3-0 (25-17 25-18 25-15)
ITALIA: Chirichella 6, Egonu 11, Bosetti L. 16, Folie 6, Malinov 6,  Bosetti C. 9, De Gennaro (L), Loda, Bonifacio, Sorokaite, Orro, Danesi. Parrocchiale (L). Guerra, All.Mazzanti.
SPAGNA:  Corral Bouza, Rivero 8, Correa 4, Segura 6, Gonzalez 7, Collar 3, Sanchez (L), Priscila, Sanz, Llabres, Caro Garcia, Brun, Escamilla, Grima. All.
Arbitri: Twardowski (Pol) e Ryabtsov (Rus).
Durata set:  23, 24, 22
Italia: bv 7, bs 10, m 12, er 12.
Spagna: bv 2, bs 10, m 2, er 12.

Risultati 3 giornata: Bielorussia-Lettonia 3-0 (25-19 25-20 25-16); Spagna-Italia 0-3 (17-25 18-25 15-25); Belgio-Bosnia Erzegovina
Classifica: Italia 4 vittorie Belgio 3 v., Bielorussia 2v.  Spagna e Bosnia 1 v.; Lettonia 0 v.

Oggi: Lettonia-Spagna; Bosnia Erzegovina-Bielorussia;  Italia-Belgio (ore 20)

World League: Con la Polonia arriva la prima sconfitta azzurra

È arrivata la prima sconfitta per l’Italia nella World League 2017, gli azzurri sono stati superati 3-1 (21-25, 25-17, 25-18, 25-23) dai Campioni del Mondo polacchi. I ragazzi di Gianlorenzo Blengini non sono riusciti a ripetere la bella prestazione di ieri, mentre i Campioni del Mondo hanno confermato il buono stato di forma già evidenziato nella gara contro il Brasile.

Nel primo set l’Italia ha mostrato una buona pallavolo, mettendo in difficoltà i polacchi che invece hanno dominato il secondo e terzo. Complici diversi cambi, gli azzurri hanno lottato nella quarta frazione, ma alla lunga sono stati costretti a cedere. Analizzando le statistiche emerge come Giannelli e compagni abbiano commesso molti più errori rispetto agli avversari (34 vs 19), faticando a trovare un buon ritmo in battuta (22 errori) e anche a muro (6 vs 12).

Nell’Italia il miglior marcatore è stato Filippo Lanza con 14 punti, da segnalare poi i positivi ingressi di Simone Buti (6 p.) e Giulio Sabbi (8 p.). Dall’altra parte della rete il top scorer è stato David Konarski con 17 punti, seguito da Kubiak (13 p.).

Domani la formazione tricolore chiuderà il week end di Pesaro affrontando alle ore 14 i Campioni Olimpici del Brasile (diretta su RaiDue), in quella che sarà la riedizione della Finale di Rio 2016.
Contro la Polonia come formazione iniziale il Ct tricolore ha confermato lo schieramento di ieri: Giannelli in palleggio, opposto Vettori, Lanza e Randazzo schiacciatori, Candellaro e Piano centrali, libero Colaci.

L’avvio di gara è stato in favore della Polonia che ha sfruttato qualche errore azzurro per portarsi in testa. Dopo le difficoltà iniziali, l’Italia ha preso le misure agli avversari e guidata da un ispirato Giannelli ha colmato velocemente il gap. Una volta riagganciati gli avversari, Lanza e compagni hanno spinto sull’acceleratore e si sono aggiudicati il set (25-21).
Nella seconda frazione la Polonia è partita di nuovo meglio, mentre i ragazzi di Blengini hanno faticato ad ingranare. A differenza del primo set gli azzurri non sono riusciti a reagire, permettendo agli avversari di prendere il largo e chiudere (17-25).

Identico l’andamento del terzo set: i polacchi sono partiti molto forte ed hanno messo in netta difficoltà la nazionale azzurra. Blengini ha operato diversi cambi, ma gli avversari hanno gestito senza problemi il vantaggio, imponendosi di forza (18-25).

Nel quarto parziale il tecnico piemontese ha inserito Sabbi per Vettori e Antonov per Randazzo, cambi che hanno prodotto un buon effetto nella squadra. L’Italia, infatti, ha preso il comando del gioco, creando diverse difficoltà ai polacchi. La squadra di De Giorgi non si è comunque arresa e con pazienza si è riportata a contatto degli azzurri. Il set è così proseguito sul filo dell’equilibrio sino al 23 pari, quando la Polonia ha trovato il break decisivo (23-25).

Tabellino

ITALIA – POLONIA 1-3 (25-21, 17-25, 18-25, 23-25)

ITALIA: Giannelli 3, Lanza 14, Candellaro 3, Vettori 8, Randazzo 8, Piano 8. Libero: Colaci. Antonov 6, Pesaresi, Balaso, Buti 6, Botto, Sabbi 8. N.e: Sbertoli. All. Blengini
POLONIA: Bieniek 8, Drzyzga 1, Kubiak 13, Lemanski 12, Konarski 17, Kurek 6. Libero: Zatorski. Muzaj 2, Lomacz, Kochanowski, Sliwka 3. N.e: Klos, Wojtaszek, Buszek. All. De Giorgi
Arbitri: Simonovic (Ser) e Cespedes (Dom).
Spettatori: 5000. Durata Set: 30’, 27’, 28’, 30’
Italia: 5 a, 22 bs, 6 m, 34 et.
Polonia: 7 a, 11 bs, 12 m, 19 et.

Risultati e Classifica

Pool A1 (Pesaro, Italia): Italia-Polonia 1-3 (25-21, 17-25, 18-25, 23-25); Brasile-Iran. Classifica: Polonia 2V 5p, Italia 1V 3p, Brasile 0V 1p, Iran 0V 0p.

Calendario

4/6 Italia-Brasile (ore 14 diretta RaiDue); Polonia-Iran (ore 17).

World League

World League: Buona Italia nell’esordio contro l’Iran

Esordio vittorioso nella World League 2017 per gli azzurri di Gianlorenzo Blengini che all’Adriatic Arena hanno superato l’Iran 3-0 (25-22, 25-23, 25-22), stesso punteggio dell’ultimo precedente che risaliva al quarto di finale delle Olimpiadi di Rio 2016.

Una buona prestazione quella offerta da Giannelli e compagni, quasi sempre padroni del campo e molto bravi a gestire i momenti chiave nei finali di set. Simile l’andamento dei parziali con l’Italia che ha imposto il proprio ritmo, mentre gli asiatici sono stati costretti a inseguire.

Oggi la formazione tricolore tornerà in campo per affrontare alle ore 14 i Campioni del Mondo della Polonia (diretta su RaiDue), che oggi hanno sconfitto il Brasile 3-2 (25-20, 20-25, 19-25, 25-22, 15-8).

Tra gli azzurri da segnalare la prova degli schiacciatori Filippo Lanza e Luigi Randazzo, entrambi top scorer a quota 16 punti. Molto buone poi le percentuali in attacco di Davide Candellaro (78%), così come l’efficienza del servizio italiano: 6 aces.

In avvio il Ct tricolore ha schierato Giannelli in palleggio, opposto Vettori, Lanza e Randazzo schiacciatori, Candellaro e Piano centrali, libero Colaci.

Nel primo set l’Italia è partita bene, riuscendo a prendere subito il comando delle operazioni e a staccare gli avversari. Spinti da Lanza e Randazzo gli azzurri hanno sfruttato molto bene il servizio, guadagnando un buon margine sugli asiatici. Solo nel finale gli iraniani si sono rifatti sotto, ma i ragazzi di Blengini non si sono scomposti ed hanno chiuso (25-22).

Nella seconda frazione è stato l’Iran a provare a forzare il ritmo, ma l’Italia ha impiegato poche azioni per riportare le cose in parità. Con il passare del gioco Giannelli e compagni hanno spinto sull’acceleratore, dando la sensazione di avere il set in pugno. Punto dopo punto, però, l’Iran ha ricucito lo svantaggio ed ha trovato la parità a quota 23. Nel momento chiave gli azzurri si sono dimostrati lucidi e concreti, piegando gli avversari (25-23).

Nel terzo parziale l’Italia è apparsa meno brillante, subendo il gioco degli iraniani che hanno tentato la fuga. I ragazzi di Blengini, pur soffrendo, con calma e pazienza sono sempre rimasti a contatto, per poi portare a termine una bella rimonta (25-22) che è valsa la vittoria.

il tabellino

ITALIA – IRAN 3-0 (25-22, 25-23, 25-22)

ITALIA: Giannelli 2, Lanza 16, Candellaro 10, Vettori 12, Randazzo 16, Piano 2. Libero: Colaci. Antonov, Pesaresi, Balaso, Buti 2. N.e: Botto, Sabbi e Sbertoli. All. Blengini

IRAN: Ghaemi 10, Gholami 3, Ghafour 9, Ebadipour 9, Gholami 4, Marouf 2. Libero: Marandi 1. Ghara, Mirzajanpour 1, Manavi, Salafzoon. N.e: Faezi, Heydari, Nazari. All. Kolakovic

Arbitri: Cespedes (Dom) e Simonovic (Ser).

Spettatori: 6000. Durata Set: 30’, 31’, 33’.

Italia: 6 a, 18 bs, 5 m, 28 et.

Iran: 2 a, 6 bs, 5 m, 15 et.

GIANLORENZO BLENGINI

“Sono soddisfatto di come la squadra ha interpretato la gara; nonostante siamo ancora in fase di rodaggio i ragazzi sono stati bravi nell’atteggiamento e nel modo di stare in campo. Mi è piaciuto il carattere e l’interpretazione della gara. Certo c’è da lavorare e migliorare. Siamo solo all’inizio di una lunga stagione, ma esordire davanti al nostro pubblico con un buon 3-0 è incoraggiante; ci consente di lavorare con sempre maggiore intensità e concentrazione”

 

Risultati e Classifica – Pool A1 (Pesaro, Italia): Brasile-Polonia 2-3 (20-25, 25-20, 25-19, 22-25, 8-15); Italia-Iran 3-0 (25-22, 25-23, 25-22). Classifica: Italia 1V 3p, Polonia 1V 2p, Brasile 0V 1p, Iran 0V 0p.

Calendario – 3/6 Italia-Polonia (ore 14 diretta RaiDue); Iran-Brasile (ore 17); 4/6 Italia-Brasile (ore 14 diretta RaiDue); Polonia-Iran (ore 17).

qualificazioni mondiali

Qualificazioni Mondiali, l’Italia cala il tris

Terza vittoria per 3-0 delle azzurre nelle qualificazioni mondiali. Anche alla Lettonia le ragazze di Davide Mazzanti hanno riservato lo stesso trattamento di Bosnia e Bielorussia.  L’Italia pungente al servizio e ben disposta a muro non ha mai permesso alle giovani baltiche di essere veramente pericolose e conquistato un successo che le consente ci continuare a condurre il girone imbattuta.

In questa occasione il ct azzurro, contro il fanalino di coda della pool ha deciso di cambiare tutta la formazione o quasi. Schierando Orro in regia Sorokaite opposto Loda (best scorer con 16 punti) e Caterina Bosetti  (sostituita nel corso del terzo parziale da Egonu) schiacciatrici, Danesi e Bonifacio al centro, Parrocchiale libero. A causa di una leggera contrattura muscolare, non gli è stato possibile utilizzare Anastasia Guerra, per evitare complicazioni in vista dell’atteso match di domenica sera con Il Belgio.

L’Italia ha messo subito le cose in chiaro con una partenza razzo (16-3) e poi hanno controllato il match con grande tranquillità. L’Italia ha dominato il second set e nel terzo portato a casa il successo.

Delle singole da sottolineare il 67% in attacco di Caterina Bosetti (con l’83% in ricezione), il 71% in ricezione di Parrocchiale, i quattro muri di Danesi e i 4 aces di Loda, la più positiva nel complesso.

Domani quarta gara con la Spagna (ore 17.30), un’altra partita da vincere per arrivare con intatte chance di qualificazione al match di domenica con le padrone di casa.

Sara Loda

“Sono soddisfatta di quello che ho fatto. Il ritmo non era altissimo, ma noi siamo state brave a tenere dall’inizio alla fine la partita nelle nostre mani. L’importante era riuscire a mantenere il nostro ritmo e non scendere al loro”

Beatrice Parrocchiale

“Sono contenta di questo mio esordio stagionale con questa maglia. Sono felice di far parte di questo gruppo, ci troviamo bene sia come squadra che con lo staff. In palestra si lavora bene e questa è una cosa importante”

Alessia Orro

“In gare come queste è importante non sottovalutare l’avversario e noi non lo abbiamo fatto e questa sono contenta. Abbiamo giocato dalla prima all’ultima palla con la stessa concentrazione, faccendo tanti ace e tanti muri”.

il tabellino

ITALIA-LETTONIA 3-0 (25-12 25-9 25-16)
ITALIA: Loda 16, Bonifacio 8, Sorokaite 10, Bosetti C. 7, Orro 3, Danesi 12. Parrocchiale (L). Egonu 3, Non entrate: Malinov Chirichella, Bosetti L., Folie, Guerra, De Gennaro (L),, All.Mazzanti.
LETTONIA: Morozova 1, Petersone 2, Dolotova 1, Jursone 10, Hrapane 4, Embrekte 1. Neciporuka (L), Jakobsone 1, Sidorova 1, Dzalba 1, Sneidere, Deisa. Non entrata: Graudina,  All. Leitis.
Arbitri: Bensimon (Isr) e Twardowski (Pol)
Durata set:  19, 19, 22
Italia: bv 9, bs 10, m 9, er 7.
Lettonia: bv 1, bs 5, m 4, er 12.
Risultati 3 giornata: Italia-Lettonia 3-0 (25-12 25-9 25-16) ; Belgio-Bielorussia; Bosnia-Spagna.
Classifica: Italia 3 vittorie, Belgio 2 v.; Bielorussia e Bosnia 1 v.; Spagna, Lettonia 0 v.

Prossime gare

3 giugno: ore 15 Bielorussia-Lettonia; ore 17.30 Spagna-Italia; ore 20 Belgio-Bosnia Erzegovina.
4 giugno: ore 15 Lettonia-Spagna; ore 17.30 Bosnia Erzegovina-Bielorussia; ore 20 Italia-Belgio.