Tag: italia

Mondiali Paralimpici Tennistavolo: Brunelli e Rossi campionesse del mondo

Ai primi Mondiali Paralimpici Tennistavolo a squadre di Bratislava, l’Italia ha lasciato un segno tutto d’oro. Michela Brunelli e Giada Rossi hanno lottato fino all’ultima pallina contro la Croazia e alla fine hanno vinto per 2-1, concludendo imbattute il girone unico di classe 3. Domani potranno assistere tranquillamente al match che opporrà le croate alle turche e che varrà per il secondo posto.

Le azzurre, guidate in panchina dal direttore tecnico Alessandro Arcigli, hanno scritto, con inchiostro indelebile, una pagina storica dell’intero sport italiano. L’assalto alle vicecampionesse paralimpiche e campionesse europee, nonché bronzo iridato del 2014, era partito nel modo migliore per la veneta e la friulana, capaci di superare in doppio, loro vero marchio di fabbrica, per 3-2 (9-11, 11-9, 11-8, 9-11, 12-10) Andela Muzinic ed Helena Dretar.

Nei singolari Arcigli aveva ottenuto gli accoppiamenti più propizi e le atlete hanno fatto il resto. Hanno iniziato Rossi e Muzinic e la numero 4 al mondo di classe 3 ha superato per 3-0 (triplice 11-6) la n. 4 di classe 2. Fra Brunelli e Dretar, n. 9 e 11 di classe 3, secondo pronostico, è stata battaglia e la veronese si è imposta alla “bella”, dominando i set che si è aggiudicata (11-7, 12-14, 11-2, 7-11, 11-4).

Si è trattato di un’autentica impresa, per la portata del risultato. Mai l’Italia era salita sul tetto del mondo, ora però è in grado di farcela e questo oro che brilla come un diamante è il riscatto voluto fortemente dopo il bronzo meritato che a Rio non era arrivato. Si apre una strada nuova e il movimento, in crescita esponenziale lungo la Penisola, ha le qualità per percorrerla, continuando a prendersi grandi soddisfazioni.

 

 

A Cagliari i Mondiali di calcio a 5 per ipovedenti

Dal 26 maggio al 4 giugno prossimi Cagliari, Capitale Europea dello Sport 2017, ospiterà i Mondiali di calcio a 5 per Ipovedenti che, dopo Manchester 2004, ritornano in una città europea per la seconda volta assoluta.

Un altro evento sportivo a livello internazionale ospitato da Cagliari. Ad aprire la conferenza di presentazione, questa mattina in viale San Vincenzo, è stato l’assessore allo Sport Yuri Marcialis, “siamo onorati di ospitare un campionato del mondo così importante dove, lo sport agonistico di altissimo livello si unisce alla disabilità”.

È chiaro che oltre all’aspetto tecnico del campionato, di primaria importanza è il valore sociale dello sport. Dal 26 maggio al 4 giugno, presso la palestra A del Coni, saranno 8 le nazionali che si giocheranno il titolo, tra cui Russia e Turchia, dove la passione per questo sport paralimpico raggiunge livelli altissimi. L’obiettivo degli italiani è quello di vincere il titolo o quanto meno quello di confermare il bronzo ottenuto a Seul nel 2015.

Tra i più orgogliosi della riuscita di questa grande manifestazione internazionale Sandro Di Girolamo, presidente nazionale della Fispic (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Chiechi), che sottolinea come “la federazione sta facendo tanti sforzi con passione e orgoglio per dare lustro alla città e all’Italia. Lo sport – continua – sta riuscendo a garantire l’inclusione di tanti soggetti che vivono situazioni al limite”.

L’ultima edizione fu disputata nel 2015 a Seoul, in Corea del Sud; in quella occasione la formazione italiana ritornò a casa con un bellissimo bronzo. Riconfermare quella posizione sarà dura perché presso la ristrutturata Palestra CONI A di via Pessagno (quartier generale della parte agonistica, rimasta chiusa per diversi anni), si alterneranno altre sette selezioni nazionali molto forti che nei loro paesi godono di tantissimo seguito. Un esempio è dato dalla Russia e Turchia dove la passione per questo sport paralimpico raggiunge livelli davvero clamorosi. Ma la rosa delle formazioni partecipanti è completata anche da ulteriori selezioni europee tra cui l’Ucraina, detentrice del titolo, che sconfisse in finale la Spagna, anche lei presente in Sardegna. Completano il quadro Francia, Inghilterra e Giappone.

Le rappresentative che compaiono più spesso nell’albo d’oro sono Ucraina e Bielorussia con tre titoli vinti a testa. La rassegna sarà seguita in diretta ed in differita dalle telecamere della Rai.

Mondiali tennis in carrozzina

Mondiali tennis in carrozzina, Pancalli: “Un grande giorno per il movimento”

“È la prima volta che ci viene affidata l’organizzazione della World Cup Team, è un appuntamento importante per tutta la famiglia dello sport paralimpico italiano”.

L’ha detto Luca Pancalli, presidente nazionale del Comitato internazionale paralimpico, intervenendo all’inaugurazione dei Mondiali a squadre per nazioni di tennis in carrozzina ad Alghero.

“È una giornata straordinaria per la città e per tutta la Sardegna – ha affermato Pancalli – ma è un grande giorno per il movimento del tennis in carrozzina“.

Secondo il presidente, “il più bel segnale che viene dalla Riviera del corallo è la consapevolezza che il movimento paralimpico italiano sta contagiando virtuosamente il Paese e le comunità, attraverso i grandi eventi è possibile comunicare in maniera più efficace il nostro messaggio di promozione dello sport tra i ragazzi disabili di tutta Italia”.

Intanto nel Mondiali in corso di svolgimento a d Alghero l’Italia ha subito l’esperienza dell’Austria, vincente per 3-0. Ivan Tratter ha ceduto 6-4, 6-1 contro l’eterno Martin Legner, mentre Silviu Culea ha perso con un doppio 6-2 contro Nico Langmann. I quattro contendenti sono tornati in campo per il doppio, conquistato per 6-0, 6-2 dagli austriaci.

Nel girone 3 femminile, finisce l’avventura delle azzurre, sconfitte dalla Francia per 3-0. Marianna Lauro (vincente nella prima giornata) e Giulia Capocci hanno perso in tre set, rispettivamente, 6-4, 2-6, 6-3 contro Emmanuelle Morch, e 3-6, 7-5, 6-2 da Charlotte Famin. Il doppio transalpino si è imposto poi per 6-3, 6-1.

Esordio italiano sfortunato nel girone 1 dei Quad, con una sconfitta per 2-1 contro l’Olanda. La sconfitta per 7-5, 7-6(1) di Alfredo Di Cosmo contro Dorrie Timmermans-Van Hall è stata pareggiata dal successo di Alberto Corradi con un doppio 6-3 su Sam Schroder. Verdetto rimandato al doppio decisivo, con la coppia olandese che l’ha spuntata per 6-1, 1-6, 10-4 Corradi e Marco Innocenti.

Para Ice Hockey

Para Ice Hockey: Obiettivo raggiunto, l’Italia alle Paraolimpiadi

Gioia e soddisfazione per l’Italia nell’ultima giornata dei Mondiali 2017 Gruppo A di Para Ice Hockey di Gangneung, in Corea del Sud. Impegnati contro la Svezia per la finale del 5° posto, gli azzurri di coach Da Rin hanno dominato l’incontro imponendosi per 4-0 e conquistando, oltre al piazzamento, l’ultimo pass per le Paralimpiadi di Pyeongchang 2018.

Già vittorioso all’esordio di questa rassegna iridata contro gli scandinavi per 2-1, il team tricolore si è presto imposto questa volta passando in vantaggio nel primo periodo con Werner Winkler per poi piazzare il break decisivo nella seconda frazione grazie alle reti di Brian Gregory Leperdi e Sandro Kalegaris.

Proprio quest’ultimo ha poi messo la parola fine sul match realizzando la segnatura del 4-0 complessivo nel terzo tempo. Italia che ha così centrato, oltre a un piazzamento iridato di tutto rispetto, anche il grande obiettivo della spedizione in Corea del Sud, vale a dire la certezza di potervi tornare il prossimo anno per giocarsi le proprie chance nel torneo paralimpico a cinque cerchi.

 Para Ice Hockey

Questo il roster azzurroSantino Stilitano (portiere – Polha Varese), Gabriele Araudo (portiere – Sportdipiù Torino), Gianluigi Rosa (difensore- G.S. Disabili Alto Adige), Florian Planker (difensore- G.S. Disabili Alto Adige), Andrea Macrì (difensore – Sportdipiù Torino), Gianluca Cavaliere(difensore- G.S. Disabili Alto Adige), Bruno Balossetti (difensore – Polha Varese), Werner Winkler(attaccante- G.S. Disabili Alto Adige), Roberto Radice (attaccante- Polha Varese), Brian Gregory Leperdi (attaccante – Sportdipiù Torino), Nils Larch (attaccante- G.S. Disabili Alto Adige), Sandro Kalegaris (Sledge Hockey Aquile), Stephan Kafmann (attaccante- G.S. Disabili Alto Adige), Christoph Depaoli (attaccante- G.S. Disabili Alto Adige), Valerio Corvino (attaccante – Sportdipiù Torino), Eusebiu Antochi (attaccante – Sportdipiù Torino) e Alessandro Andreoni (Hockey Club Varese).

Mondiali di calcio a 5 per ragazzi down

Mondiali di calcio a 5 per ragazzi down: Italia Campione del Mondo

La squadra guidata dal referente tecnico Roberto Signoretto e dal tecnico Gianluca Oldani ed Edoardo Scopigno si è laureata campione del mondo a Viseu (Portogallo) ai Mondiali di calcio a 5 per ragazzi down. Gli azzurri della Fisdir – Federazione Italiana Disabilità Intellettivo Relazionale – hanno battuto in finale il favoritissimo Portogallo con un secco 4-1, con tripletta di Riccardo Piggio e la firma di Marco Sfreddo.

Pareggio con il Portogallo (4-4), poi due goleade con il Messico e infine il 4-1 ancora al Portogallo: nella prima edizione dei mondiali di calcio FIFDS oltre al primo posto nel torneo, l’Italia si è aggiudicata anche il premio per il miglior portiere (con Francesco Leocata) e quello per il miglior marcatore (con Luca Magagna).

 

” Che bello vederli giocare a calcio – ha dichiarato a Torino Sportiva il tecnico Signoretto – Vincere il mondiale è stata la classica ciliegina sulla torta, un’emozione immensa, ma soprattutto un evento che garantirà l’ulteriore sviluppo del nostro settore calcistico riservato ad atleti con sindrome di Down. I ragazzi sono stati magnifici, il gruppo unito fin da subito alla ricerca di un risultato importante, che ci eravamo prefissati alla vigilia e che siamo riusciti con forza a raggiungere. Sono orgoglioso dei miei ragazzi”

gli azzurri campioni

Ecco i nomi dei campioni del mondo: Francesco Leocata, Marco Fasanella, Luca Magagna, Davide Vignando, Cristian Palaia, Simone Di Giovanni, Carmelo Messina, Marco Sfreddo, Matteo Simoni, Riccardo Piggio, Amedeo Alessi, Luca Casciotti.

mondiali di para ice hockey

Mondiali di Para Ice Hockey: Italia vittoriosa anche contro la Corea

Contro i padroni di casa della Corea del Sud, nel quinto incontro dei Mondiali 2017 Gruppo A di Para Ice Hockey di scena a Gangneung, gli azzurri di coach Da Rin centrano un altro grandissimo successo imponendosi 3-2 agli shootout al termine di un match tirato e combattuto.

Contro gli asiatici, il team tricolore, sotto due zero dopo i primi due tempi, si inventa una straordinaria rimonta nella terza frazione grazie alle reti di Florian Planker (assist di Kalegaris) e Christoph Depaoli (assist di Rosa), quindi, passato indenne l’over time, si affida alle parate di Gabriele Araudo e alle realizzazioni di Kalegaris e Rosa per chiudere la pratica agli shootout infilando così la seconda vittoria consecutiva che porta gli azzzurri ad un passo dalla qualificazione alle Paralimpiadi 2018.

E’ un grande passo avanti anche verso le medaglie, obiettivo a cui puntiamo e che ci piacerebbe centrareha detto nel post gara Sandro Kalegaris -. Se giochiamo come in allenamento e facciamo insieme quello che sappiamo, possiamo farcela. Domani ci attende un altro match importante da vincere contro la Norvegia: siamo pronti“. Italia che con questa vittoria conferma il quarto posto in classifica salendo a quota 8 punti, a -2 dalla Corea, terza, e a +3 dalla Norvegia, quinta. Proprio i norvegesi saranno domani gli ultimi avversari degli azzurri nell’incontro che chiuderà la prima fase del torneo.

Questo il roster azzurro: Santino Stilitano (portiere – Polha Varese), Gabriele Araudo (portiere – Sportdipiù Torino), Gianluigi Rosa (difensore- G.S. Disabili Alto Adige), Florian Planker (difensore- G.S. Disabili Alto Adige), Andrea Macrì (difensore – Sportdipiù Torino), Gianluca Cavaliere (difensore- G.S. Disabili Alto Adige), Bruno Balossetti (difensore – Polha Varese), Werner Winkler (attaccante- G.S. Disabili Alto Adige), Roberto Radice (attaccante- Polha Varese), Brian Gregory Leperdi (attaccante – Sportdipiù Torino), Nils Larch (attaccante- G.S. Disabili Alto Adige), Sandro Kalegaris (Sledge Hockey Aquile), Stephan Kafmann (attaccante- G.S. Disabili Alto Adige), Christoph Depaoli (attaccante- G.S. Disabili Alto Adige), Valerio Corvino (attaccante – Sportdipiù Torino), Eusebiu Antochi (attaccante – Sportdipiù Torino) e Alessandro Andreoni (Hockey Club Varese).

 

E questo il programma completo delle prossime partite degli azzurri (ora italiana):

Mercoledì 19 aprile

Ore 12.00: Norvegia-Italia