MonteAvena 2017: task 9 alla presenza del ministro Lotti

Buone le condizioni di partenza, poi lo stop per rovesci sopra Feltre.
I migliori risultati di giornata sono di Torsten Siegel (Ger) per la categoria overall e Laurie Genovese (Fra) per le donne. Anche il ministro dello Sport Luca Lotti a Pedavena per salutare i Mondiali e congratularsi con gli organizzatori.

Giovedì 13, gara stoppata alle 14.24 per un rovescio sopra Feltre. La buona notizia è che i chilometri percorsi saranno conteggiati come validi per le classifiche. A portare a casa i risultati migliori per questa giornata è stata la Germania che ha dominato la manche conquistando primo, secondo e terzo posto della classifica overall con i piloti Torsten Siegel, Andreas Malecki e Marc Wensauer. Per le donne i migliori risultati di giornata sono di Laurie Genovese (Fra), Emanuelle Zufferey (Sui) e Yvonne Dathe (Ger).

I piloti sono partiti giovedì mattina alle 13.00 tagliando la linea di start sopra Croce d’Aune e si sono da subito divisi in due gruppi: il primo ha puntato all’aggiramento delle prima boa da nord, scegliendo di costeggiare la montagna. Strategia che nei giorni precedenti si era rivelata vincente, ma non oggi.
Le condizioni meteo hanno, infatti, favorito il gruppo che ha puntato alla prima boa scegliendo la via più a sud, sopra la piana di Feltre: le termiche sono buone e i piloti mantengono facilmente velocità e quota e si assicurano un passaggio veloce.

Sulla via della seconda boa, da aggirare sopra il Monte Avena, i piloti in testa trovano uno stallo nel passaggio sopra il Telva e perdono buona parte del loro vantaggio. Il passaggio della seconda boa avviene in modo sostanzialmente compatto, con gli inseguitori che agganciano il gruppo di testa sulla via della terza boa, che viene aggirata sopra Stabbie. Poi, quando le vele sono già rivolte in direzione Rasai per l’aggiramento della quarta boa, mentre i piloti sono nuovamente sopra il Telva, arriva il rovescio e con esso il segnale di stop. La manche però è valida e i vincitori di giornata hanno accumulato punti preziosissimi in vista di sabato, ultima giornata della gara mondiale.

Lo spettacolo è stato seguito in parte anche dal ministro dello sport Luca Lotti, che nell’odierna trasferta bellunese ha fatto tappa al quartiere operativo dei Mondiali di parapendio MonteAvena2017 a Pedavena (Bl). Il ministro ha consegnato agli organizzatori della manifestazione un attestato di riconoscimento per l’importante lavoro svolto sia in termini sportivi, sia per l’ottima promozione della disciplina, sia per le eccellenti interconnessioni create tra sport, territorio e offerta turistica. Ecco le sue dichiarazioni:

Siamo qui oggi perché non esistono sport minori. Per noi tutti gli sport hanno pari dignità. Superare questa distinzione è uno dei principali obiettivi che ci siamo posti. Quando ci sono eventi come questo non si tratta solo di sport. Qui parliamo di cultura, turismo, economia oltre che delle performance atletiche. Questo è il messaggio che deve passare e che gli organizzatori di questo Mondiale hanno espresso in modo eccellente

 

Classifica provvisoria della task numero 9, in attesa degli accertamenti tecnici:

Uomini: Torsten Siegel (Ger) , Andreas Malecki (Ger), Marc Wensauer (Ger)

Donne: Laurie Genovese (Fra),  Emanuelle Zufferey (Sui), Yvonne Dathe (Ger)

 

Classifica generale provvisoria, in attesa degli accertamenti tecnici:

Overall: Jurij Vidic (Slo), Dusan Oroz (Slo), Pierre Remy (Fra)

Donne: Seiko Fukuoka Neville (Fra), Kari Ellis (Aus), Silvia Buzzi Ferraris (Ita)

Squadre: Francia, Slovenia, Svizzera

Fonte: comunicato stampa

About Giovanni Sgobba

Giornalista professionista, cura “Curiosità sportive”, rubrica-memorabilia di aneddoti, storie e miti legati allo sport, riavvolgendo le lancette del tempo perché il suo cuore è ancora fermo sulla traversa dove si è stampato il rigore tirato da Di Biagio nel Mondiale del ’98.

Commenti

commenti