italia - Fiji

L’Italia al test contro Fiji per rialzare la testa

L’Italrugby che scenderà in campo sabato a Suva contro le Fiji, nel secondo test-match del tour estivo, sarà diversa per due quindicesimi rispetto a quella sconfitta dalla Scozia a Singapore. Il tecnico, Conor O’Shea, ha deciso di schierare come mediano di mischia Violi al posto di Gori, mentre Steyn rileva il numero otto da Barbieri. I gradi di capitano saranno affidati per la prima volta in carriera a Minto. O’Shea conferma dunque la linea verde: l’età media del XV titolare è di poco superiore ai 25 anni, con ben sei atleti classe 1993.

“Vogliamo dare coerenza alle nostre scelte ed in questo senso va la decisione di confermare quasi per intero il XV titolare, ma abbiamo al tempo stesso la possibilità di vedere alcuni volti nuovi e provare nuove soluzioni”, ha detto il ct dal raduno azzurro a Lami Bay. “A Singapore abbiamo commesso molti errori e peccato di disciplina. Il nostro momentum non è stato buono. La squadra come sempre è stata fantastica, sono sicuro che sabato la nostra prestazione sarà migliore”.

Il responsabile tecnico delle Fiji, John McKee, ha scelto la formazione che sabato a Suva affronta l’Italia, confermando in larga parte la formazione sconfitta dall’Australia a Melbourne la scorsa settimana.

“L’Italia costituirà una sfida molto differente rispetto ai Wallabies, riteniamo che cercheranno di metterci in difficoltà con gli avanti per non permetterci di avanzare e di avere possesso. Dovremo vincere la battaglia fisica per avere successo in questa partita”

Commenti

commenti