Tag: murray

fognini

Un Fognini da sogno batte il n.1 Murray

Impresa di Fabio Fognini al secondo turno degli Internazionali Bnl Bnp Paribas di Roma. Il numero uno azzurro, numero 29 del ranking mondiale, infatti, ha battuto nel match serale il numero uno al mondo Andy Murray in due set con il punteggio di 6-2, 6-4 dopo 1h34′ di gioco pareggiando sul 3-3 i conti con i precedenti nei confronti dell’avversario. Fognini è diventato così il quinto italiano della storia del tennis Open a battere un numero 1 del mondo.

”Sono contento perché finalmente sono riuscito a far conoscere a questo pubblico fantastico il vero Fognini– dice -. Questa è una vittoria con dedica speciale (“Ciao nina, manca poco, poco… ha scritto sull’obiettivo della telecamera; ndr) e speriamo che mi lasci giocare tranquillo ….. Ora però mi voglio godere questa vittoria che dedico a loro. Sento che sto facendo le cose giuste, in allenamento con Franco Davin e in partita. Sono sulla strada giusta”.

”Qui non avevo mai trovato il feeling giusto. Nella mia carriera per i motivi che ben sapete non ho ottenuto i risultati che avrei potuto raggiungere. So quali sono i miei limiti ma cerco di migliorarmi un po’ ogni giorno. Conosco il mio limite dal punto di vista mentale ma la ‘capoccia’ col tempo migliora e poi adesso che diventerò padre non giocherò più solo per me stesso ma anche per qualcuno di davvero speciale”.

Poi torna a parlare del match:

”Quando ho sentito la tensione scivolare via? Quando ho vinto la partita. Fisicamente sto molto bene. Ho perso peso dall’inizio dell’anno: sono sotto gli 80 chili, in pratica quasi il mio peso forma. Inutile dire che quando testa, fisico e tennis funzionano è tutto fantastico. Ora voglio godermi questa serata meravigliosa e pensare solo alla prossima partita. Ma, ribadisco, se squilla il telefono parto”.

montecarlo

Montecarlo Shock: Fuori Murray e Wawrinka. Bene Nadal

Doppia sorpresa al “MonteCarlo Rolex Masters“, torneo Atp Masters 1000 dotato di un montepremi di 4.273.775 euro in corso sulla terra rossa del Country Club di Monte-Carlo, nel Principato di Monaco- Nella giornata riservata agli ottavi di finale sono usciti di scena prima il numero uno del mondo Andy Murray, sconfitto in tre set dallo spagnolo Albert Ramos Vinolas, seguito a ruota dallo svizzero Stan Wawrinka, eliminato in due set da Pablo Cuevas. Rafa Nadal ha invece rovinato la festa di compleanno al tedesco Alexander Zverev, che ha denunciato tutta l’inesperienza dei suoi vent’anni.

La caduta di Murray

Dopo oltre un mese di stop per un problema al gomito Andy Murray era rientrato nel circuito regolando all’esordio in due set tirati un avversario potenzialmente pericoloso come il lussemburghese Gilles Muller. Negli ottavi, però, il numero uno del mondo – che a MonteCarlo vanta tre semifinali: 2009, 2011 e 2016 – è stato punito dallo spagnolo Albert Ramos-Vinolas, numero 24 del ranking mondiale e 15esima testa di serie: 26 62 75, il punteggio in favore del 29enne di Barcellona dopo oltre due ore e mezza di lotta. il terzo set che Andy non scorderà per un bel pezzo: il 29enne di Dunblane è stato avanti 4-0 con doppio break, ha avuto la chance del 5-1, si è fatto riagguantare sul 4 pari, ha salvato tre palle-break di fila nel nono game, ma nell’undicesimo ha ceduto di nuovo la battuta e poco dopo Ramos-Vinolas ha chiuso al secondo match-point, su un drop-shot in rete del numero uno del mondo.

Wawrinka irriconoscibile

Assolutamente irriconoscibile Wawrinka, numero 3 del ranking e del seeding. Se all’esordio Stan aveva concesso un set, più che altro per distrazione, al ceco Jiri Vesely, capace dodici mesi fa su questa stessa terra di sgambettare Djokovic, nel match l’uruguaiano Pablo Cuevas, numero 27 Atp e 16esima testa di serie, lo svizzero, campione nell’edizione del 2014, è apparso decisamente fuori fase cedendo con un doppio 64 in poco più di un’ora ed un quarto di partita. Nei quarti Cuevas troverà Lucas Pouille.

nadal sul velluto

Un’ora e otto minuti. Tanto è durata la lezione sul “rosso” impartita da Rafa Nadal – vincitore nove volte nel Principato, otto di fila tra il 2005 e il 2012 e poi nel 2016 -, numero 7 del ranking e quarta testa di serie, al leader dei Next Gen Alexander Zverev, numero 20 Atp e 14esima testa di serie del torneo, che proprio oggi compie vent’anni, battuto per 61 61.

 

nadal

Al via Il master 1000 di Montecarlo. Nadal: “Pronto a vincere”

E’ a Montecarlo che inizia la stagione sul “rosso”, con buona pace di Marrakech e di Houston che tutt’al più possono fungere da “aperitivo”. In attesa di scendere in campo e di cominciare a “fare sul serio” al “Monte Carlo Rolex Masters”, torneo Atp Masters 1000 dotato di un montepremi di 4.273.775 euro di scena sulla terra del Country Club di Monte-Carlo, nel Principato di Monaco. Ecco il pensiero dei protagonisti più attesi.

E’ quasi un anno che Nadal non vince un torneo dall’abbinata Montecarlo-Barcellona del 2016. In questa stagione è stato finalista a Melbourne, Acapulco e Miami, fermato due volte da Federer (in Australia ed in Florida) ed una da Querrey (in Messico).

Rafa Nadal

“Sono pronto a vincere un titolo, sono soddisfatto del mio livello di gioco, per me è importante sapere che posso essere competitivo, perché mi dà motivazioni extra. Sto bene, non ho problemi fisici e questo conta, in queste due settimane mi sono allenato bene. Sento che sto esprimendo un livello di tennis alto, ho avuto un ottimo inizio di stagione e la mia posizione attuale nella Race mi permette di giocare tranquillo”.

Andy Murray

Dopo l’esibizione benefica con Federer a Zurigo non ero troppo ottimista, soprattutto per il servizio. Giorno dopo giorno, però, sono migliorato: ogni tanto sento ancora il gomito un po’ indolenzito ma va sempre un pochino meglio ed era quello che speravo”.