Tag: nadal

montecarlo

Immenso Nadal: per la decima volta Montecarlo è suo

Il “signore della terra” è tornato. Ed ha scelto un palcoscenico prestigioso per firmare un doppio record da favola.

Per la decima volta Rafa Nadal ha conquistato il trofeo del MonteCarlo Rolex Masters, torneo Atp Masters 1000 dotato di un montepremi di 4.273.775 euro che si è concluso sulla terra rossa del Country Club di MonteCarlo, nel Principato di Monaco. In finale il 30enne mancino di Manacor, numero 7 del ranking e quarto favorito del seeding, si è aggiudicato per 61 63, in poco più di un’ora ed un quarto il derby spagnolo contro Albert Ramos-Vinolas, numero 24 del ranking mondiale e 15esima testa di serie.

Grazie a questo successo, il 70esimo in carriera, Rafa è diventato il primo giocatore dell’Era Open a vincere per dieci volte lo stesso torneo e si è preso in solitario il primato di titoli sul “rosso”, 50, staccando l’argentino Guillermo Vilas (fermo a quota 49). Nadal sulla terra battuta vanta un bilancio pazzesco: 370 match vinti contro appena 34 sconfitte.

Da lunedì Nadal risalirà al numero 5 del ranking mondiale. Rafa sorride mentre sul maxi schermo scorrono le immagni dei suoi dieci successi nel Principato a cominciare da quello datato 2005: ”Dopo un paio di finali perse quest’anno finalmente sono riuscito a vincere. E’ difficile per me esprimere cosa provo, cosa significa per me essere qui a stringere ancora il trofeo dopo tanti anni. Ringrazio la vita che mi ha dato questa possibilità”.

montecarlo

Montecarlo Shock: Fuori Murray e Wawrinka. Bene Nadal

Doppia sorpresa al “MonteCarlo Rolex Masters“, torneo Atp Masters 1000 dotato di un montepremi di 4.273.775 euro in corso sulla terra rossa del Country Club di Monte-Carlo, nel Principato di Monaco- Nella giornata riservata agli ottavi di finale sono usciti di scena prima il numero uno del mondo Andy Murray, sconfitto in tre set dallo spagnolo Albert Ramos Vinolas, seguito a ruota dallo svizzero Stan Wawrinka, eliminato in due set da Pablo Cuevas. Rafa Nadal ha invece rovinato la festa di compleanno al tedesco Alexander Zverev, che ha denunciato tutta l’inesperienza dei suoi vent’anni.

La caduta di Murray

Dopo oltre un mese di stop per un problema al gomito Andy Murray era rientrato nel circuito regolando all’esordio in due set tirati un avversario potenzialmente pericoloso come il lussemburghese Gilles Muller. Negli ottavi, però, il numero uno del mondo – che a MonteCarlo vanta tre semifinali: 2009, 2011 e 2016 – è stato punito dallo spagnolo Albert Ramos-Vinolas, numero 24 del ranking mondiale e 15esima testa di serie: 26 62 75, il punteggio in favore del 29enne di Barcellona dopo oltre due ore e mezza di lotta. il terzo set che Andy non scorderà per un bel pezzo: il 29enne di Dunblane è stato avanti 4-0 con doppio break, ha avuto la chance del 5-1, si è fatto riagguantare sul 4 pari, ha salvato tre palle-break di fila nel nono game, ma nell’undicesimo ha ceduto di nuovo la battuta e poco dopo Ramos-Vinolas ha chiuso al secondo match-point, su un drop-shot in rete del numero uno del mondo.

Wawrinka irriconoscibile

Assolutamente irriconoscibile Wawrinka, numero 3 del ranking e del seeding. Se all’esordio Stan aveva concesso un set, più che altro per distrazione, al ceco Jiri Vesely, capace dodici mesi fa su questa stessa terra di sgambettare Djokovic, nel match l’uruguaiano Pablo Cuevas, numero 27 Atp e 16esima testa di serie, lo svizzero, campione nell’edizione del 2014, è apparso decisamente fuori fase cedendo con un doppio 64 in poco più di un’ora ed un quarto di partita. Nei quarti Cuevas troverà Lucas Pouille.

nadal sul velluto

Un’ora e otto minuti. Tanto è durata la lezione sul “rosso” impartita da Rafa Nadal – vincitore nove volte nel Principato, otto di fila tra il 2005 e il 2012 e poi nel 2016 -, numero 7 del ranking e quarta testa di serie, al leader dei Next Gen Alexander Zverev, numero 20 Atp e 14esima testa di serie del torneo, che proprio oggi compie vent’anni, battuto per 61 61.

 

nadal

Al via Il master 1000 di Montecarlo. Nadal: “Pronto a vincere”

E’ a Montecarlo che inizia la stagione sul “rosso”, con buona pace di Marrakech e di Houston che tutt’al più possono fungere da “aperitivo”. In attesa di scendere in campo e di cominciare a “fare sul serio” al “Monte Carlo Rolex Masters”, torneo Atp Masters 1000 dotato di un montepremi di 4.273.775 euro di scena sulla terra del Country Club di Monte-Carlo, nel Principato di Monaco. Ecco il pensiero dei protagonisti più attesi.

E’ quasi un anno che Nadal non vince un torneo dall’abbinata Montecarlo-Barcellona del 2016. In questa stagione è stato finalista a Melbourne, Acapulco e Miami, fermato due volte da Federer (in Australia ed in Florida) ed una da Querrey (in Messico).

Rafa Nadal

“Sono pronto a vincere un titolo, sono soddisfatto del mio livello di gioco, per me è importante sapere che posso essere competitivo, perché mi dà motivazioni extra. Sto bene, non ho problemi fisici e questo conta, in queste due settimane mi sono allenato bene. Sento che sto esprimendo un livello di tennis alto, ho avuto un ottimo inizio di stagione e la mia posizione attuale nella Race mi permette di giocare tranquillo”.

Andy Murray

Dopo l’esibizione benefica con Federer a Zurigo non ero troppo ottimista, soprattutto per il servizio. Giorno dopo giorno, però, sono migliorato: ogni tanto sento ancora il gomito un po’ indolenzito ma va sempre un pochino meglio ed era quello che speravo”.

Internazionali d'Italia

Internazionali d’Italia: presentata la 74^ edizione

E’ stata presentata la 74esima edizione degli Internnazionali BNL d’Italia in programma dal 10 al 21 maggio al Parco del Foro Italico di Roma.

Dal 2011 il torneo si gioca con la formula “combined event”: le gare del tabellone femminile si alternano a quelle del maschile. Nella stessa giornata, dunque, come nei quattro tornei del Grande Slam, sarà possibile ammirare Nadal, Djokovic, Murray, Wawrinka, Raonic e gli altri top player, applaudire le protagoniste del circuito femminile con il grande ritorno di Maria Sharapova cui è stata concessa una wild card e che ha trionfato in tre edizioni: 2011, 2012 e 2015.

Gli appassionati potranno inoltre sostenere gli azzurri e le azzurre, da Fabio Fognini ad Andreas Seppi e Simone Bolelli, da Roberta Vinci a Sara Errani e Francesca Schiavone. Un appuntamento ormai a pieno titolo tra i più prestigiosi del calendario mondiale: non è azzardato definirlo il “quinto” Slam della stagione. Le prime gare sono previste già sabato 6 maggio con le pre-qualificazioni; sabato 13 e domenica 14 le qualificazioni e anche 8 incontri del main draw maschile, domenica 21 maggio le finali. Fino al giorno 9 maggio compreso, l’ingresso al Parco del Foro Italico è gratuito.

Gli incontri dei tabelloni principali saranno suddivisi in due sessioni, una mattutina e una serale. L’inizio alle ore 11.00 sulla Next Gen Arena (l’ex Grand Stand), sullo Stadio Nicola Pietrangeli e sui campi secondari, alle 12.00 sul Campo Centrale. Sempre sul Centrale, inaugurato nel 2010 e giudicato da tennisti e addetti ai lavori come lo stadio con la miglior visibilità al mondo, è prevista una sessione serale con inizio alle ore 19.30: in campo un incontro maschile e uno femminile. Sulla Next Gen Arena il programma proporrà, invece, una “long session” (cinque match al giorno a partire dalle ore 11.00) che offrirà agli appassionati un “menu” lunghissimo e di prim’ordine. Semifinali e finali si giocheranno sul Centrale.

Eccezionali i dati della prevendita. In totale, alla fine della scorsa settimana, ha già fruttato un incasso di 7.202.261 euro, cifra superiore del 13% a quanto era stato incassato in prevendita nello stesso arco di tempo del 2016. I biglietti giornalieri sinora venduti sono 71.246 con un incremento percentuale del 15%, mentre gli abbonamenti già venduti sono 1.205, il 3% in più. Ricordiamo che lo scorso anno per la prima volta è stato abbattuto il muro delle 200.000 presenze al Foro Italico.
Per gli appassionati che vivono lontano da Roma è stato pensato il pacchetto hotel+biglietto. Basta collegarsi ai siti dedicati (www.federtennis.it e www.internazionalibnlditalia.com) e seguire tutte le istruzioni. Come ogni anno, circa 50 biglietti saranno messi in vendita esclusivamente ai botteghini del Foro Italico la mattina di sabato 20 e domenica 21 maggio.